Consegna ultimo miglio: i trend

Con la crescita degli acquisti online, i trasportatori stanno passando un periodo florido ma, allo stesso tempo, l’aumento della congestione nelle strade, nuove restrizioni al traffico e preoccupazioni per l’ambiente, forzano le compagnie a cercare nuove ed efficienti alternative per coprire le consegne ultimo miglio.

Secondo McKinsey, saranno tre i nuovi modelli di consegna che potrebbero predominare nel futuro: veicoli autonomi, droni e corrieri in bicicletta.

Con l’obiettivo di arrivare a zero emissioni e superare le restrizioni al traffico, molte compagnia stanno rendendo elettriche le loro flotte. Per esempio UPS ha recentemente sviluppato un progetto pilota di 50 camion elettrici. StreetScooter, controllata dal gruppo DHL, offre invece non solo furgoni e auto elettriche ma anche biciclette.

Insieme alla trasformazione delle flotte in elettrico, anche l’idrogeno potrebbe essere una soluzione in grado di generare zero emissioni, come lo dimostra il progetto pilota di FedEx. Quest’ultima ha infatti sviluppato veicoli ad idrogeno con una capacità di 250 kilometri (più dei 140km offerti dall’elettrico)

Importante poi ricordare come ultima alternativa il trasporto ultimo miglio con le biciclette che risulta essere più veloce, più verde, più flessibile, migliorando anche l’immagine della compagnia.

Portando le consegne ad un livello successivo, si potrebbe pensare all’implementazione di droni e veicoli a guida autonoma. UPS ha già iniziato a testare i droni per la consegna di prodotti d’emergenza come i medicinali. Altri progetti pilota sono anche stati avviati, dai furgoni a guida autonoma a piccoli robot per la consegna, come quelli sviluppati da Domino Pizza. Ciononostante, queste tecnologie sono solo progetti pilota ed esperimenti, dal momento che aspetti sia pratici che legislativi ne impediscono, al momento, la diffusione.

Per concludere possiamo dire che quando parliamo di ultimo miglio, non siamo ancora pronti per parlare di ‘ultima soluzione’, l’alternativa ottimale non è ancora stata trovata. Tutti i più grandi trasportatori stanno cercando nuove ed efficaci varianti per combinare l’aumento della domanda con l’aumento delle pressioni sul trasporto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.