Il Garante: favorire export e innovazione

exportIl Garante per le PMI ha trasmesso in questi giorni la sua relazione annuale al Governo, dalla quale emerge che le piccole e medie imprese italiane puntano sempre di più ai mercati esteri e all’ innovazione tecnologica per superare la crisi. Secondo il Garante, le priorità del Governo per agevolare le imprese dovrebbero focalizzarsi alcuni snodi principali. In primo luogo, l’aggregazione di impresa, promuovendo la diffusione dei contratti di rete e promuovendo figure come quelle del manager di rete. Fondamentale è poi l’innovazione, che supporti il rinnovo del parco tecnologico aziendale e l’introduzione di nuove opportunità, come quella fornita dalla stampa 3D. Inoltre, andrebbe valorizzato il più possibile il meglio del Made in Italy, dando alle imprese la possibilità di sfruttare strumenti finanziari e di consulenza che ne favoriscano l’approdo sui mercati internazionali e l’attrattività per i clienti esteri. Sotto questo aspetto, sempre più differente è il divario tra le aziende che utilizzano abitualmente le opportunità fornite dall’e-commerce e quelle non digitalizzate, che avranno sempre più difficoltà a competere. Nella relazione non mancano elementi critici, come la mancanza di provvedimenti concreti in materia di semplificazione, di agevolazione fiscale e di modulistica telematica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here