Il trasporto italiano vola fuori dalla crisi

(Freepik-Lima)

Analizzando i dati raccolti , Confetra pubblica ogni sei mesi un rapporto che sintetizza le tendenze del comparto. Quello relativo al primo semestre mostra una crescita di traffico in tutte le modalità analizzate, con la sola eccezione della movimentazione di rinfuse solide nei porti, che cala dell’11,2%. Sul versante opposto, la migliore prestazione viene dal trasporto aereo, che ha un tasso di crescita del traffico a doppia cifra: 11,7%. in questo caso, l’Italia segue un trend globale, che pare vicino alla saturazione delle stive degli aerei sulle principali rotte commerciali, con conseguente impennata delle tariffe. Le cargocity dei principali aeroporti italiani movimentano volumi in crescita: Malpensa resta saldamente al primo posto, sfiorando nel semestre le 300mila tonnellate e aumentando i volumi del 13,1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Seguono a distanza Fiumicino (+12,8%) e Bergamo (+7,6%), entrambi ben sotto le centomila tonnellate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here