In scena l’impresa ‘lean’


Ridurre gli errori e i tempi di inattività dei processi, migliorando lo scambio di informazioni tra le varie aree produttive con l’obiettivo di ottimizzare i tempi di produzione e minimizzare gli sprechi fino ad annullarli: questi i principi alla base della filosofia della ‘lean production’ che troveranno esemplificazione pratica a MECSPE (Fiere di Parma, 27 – 29 marzo 2014) all’interno di Logistica, il salone dedicato alle soluzioni logistiche e di movimentazione per l’industria manifatturiera.Accanto all’area espositiva, in cui le imprese presenteranno macchine, attrezzature e sistemi per la gestione della logistica, verranno realizzate cinque iniziative speciali che permetteranno ai visitatori di ‘toccare con mano’ i vantaggi della filosofia lean e dell’automazione efficace dei processi e punteranno l’attenzione su diversi aspetti: la metodologia per ridurre il tempo di attrezzaggio necessario per il cambio del prodotto, il metodo Toyota, la gestione della consegna merci e il service sul campo e infine l’ottimizzazione del magazzino e dello stoccaggio.

All’interno dell’Unità Dimostrativa Lean manufacturing: SMED – Single Minute Exchange Die, l’Università Cattaneo LIUC di Castellanza organizzerà un  training esperienziale sul cambio gomme di un kart, per far testare come il  Pit Stop delle gare di F1, in cui in pochi secondi i tecnici controllano la macchina, fanno rifornimento di carburante e cambiano i  pneumatici, sia il risultato di un accurato lavoro organizzativo che viene preparato e testato dalla squadra dei meccanici partendo da un’analisi delle attività molto simile a quella che sta alla base del metodo SMED. Sempre la LIUC, presenterà nell’area Lean Management un ciclo di conferenze sul metodo Toyota Kata introdotto da Mike Rother, il quale punta sullo sviluppo non tanto di sistemi ma di capacità individuali dei dipendenti: per il miglioramento continuo del processo è fondamentale allineare e coordinare i team, focalizzandone gli sforzi e creando una mentalità e cultura organizzativa orientata all’adattabilità e al miglioramento continuo.

Nell’area Workforce automation verranno presentate, a cura di RFIDLab dell’Università di Parma, applicazioni che permettono di gestire la consegna delle merci e il service sul campo, basate sulla tecnologia NFC (near field comunication) e a basso costo che non prevede investimenti hardware secondo la filosofia BYOD (Bring Your Own device), e punta all’utilizzo di apps per la raccolta dati sul campo, l’upload di foto e documenti, il tracking dei percorsi e delle posizioni via GPS, e la customer satisfaction tramite card NFC, nonché una dashboard di business intelligence

La lean production troverà espressione all’interno di un’area dedicata dove – grazie alla collaborazione tra il RFIDLab dell’Università di Parma, l’Università LIUC e un’azienda partner – sarà ricostruita  una linea di produzione in cui un semilavorato si muove tra varie stazioni. Lettori RFID, opportunamente posizionati, permetteranno di seguire il percorso e lo stato di rifornimento dei componenti sulla linea in tempo reale, in maniera totalmente automatizzata e accurata.

Un’impresa che voglia essere lean non può prescindere dall’ottimizzare anche l’organizzazione della fase finale del processo produttivo, ovvero i magazzini e lo stoccaggio delle merci, senza dimenticare la sicurezza degli operatori. Per questo tra le iniziative speciali di Logistica ci sarà Safety in Logistics, un’isola suddivisa in tre zone attrezzate e uno spazio formativo, dove tra teoria e pratica i carrellisti impareranno la corretta movimentazione delle merci, tra diversi tipi di scaffalature bifronte e antisismiche in sicurezza.

Con queste premesse, MECSPE si presenta ai visitatori che operano nell’ambito della logistica, ma anche ai titolari, ai responsabili di produzione, ai direttori generali e a quelli tecnici come un’occasione di formazione e informazione su tecnologie e sistemi che ottimizzano tempi e processi.

I 7 saloni di MECSPE:
Macchine e Utensili – macchine utensili, utensili e attrezzature; Eurostampi – il mondo degli stampi e dello stampaggio; Plastix Expo – il mondo della lavorazione delle materie plastiche; Subfornitura – la più grande fiera italiana per le lavorazioni in conto terzi; Motek Italy – l’automazione, la robotica e le trasmissioni di potenza; Control Italy – la metrologia e la qualità; Logistica – i sistemi per la gestione della logistica, le macchine e le attrezzature.

I numeri dell’edizione 2013
28.307 visitatori, 1.023 espositori, 5 Unità Dimostrative, 26 isole di lavorazione, 11 quartieri tematici, 10 piazze d’eccellenza, 15 convegni e 90 momenti di miniconferenze organizzati da aziende, università e istituti di ricerca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here