Interroll lancia “Rolling On Interroll”

Rolling-On_ITAUn programma che mira a sensibilizzare gli utenti sull’importanza dell’alta qualità dei principali componenti per la costruzione di macchinari ed impianti: lanciato lunedì, è stato pensato da Interroll in collaborazione con partner, system integrator e costruttori di impianti.

“Soprattutto le medie imprese di costruzione di macchinari e impianti, dovendo affrontare una concorrenza crescente e tempi di consegna sempre più stretti, fanno affidamento sulla puntualità di consegna e sull’assoluta qualità garantita da Interroll – hanno commentato dall’azienda – Proprio questo trova espressione nel sigillo di qualità Rolling On Interroll. Ogni singolo componente è importante per rendere un macchinario disponibile e funzionale. Esistono tuttavia elementi quali i rulli e gli azionamenti che sono più importanti, in termini funzionali, rispetto ad altri. Un motore a tamburo, ad esempio, in una macchina per la lavorazione della carne è solo un piccolo componente rispetto all’intero, ma assolutamente critico per quanto concerne il rendimento e la funzionalità del macchinario nel suo complesso”.

Un sigillo di qualità che ha lo scopo di aiutare quei clienti a comunicare all’utente finale il valore aggiunto rappresentato dai componenti di alta qualità alla loro intera produzione.

“Molti clienti contano su di noi da anni, se non addirittura da decenni, e hanno piena fiducia nella qualità dei nostri prodotti – ha commentato Jens Karolyi, Senior Vice President Corporate Marketing & Culture del Gruppo Interroll – Con Rolling On Interroll desideriamo che beneficino ancora di più della nostra competenza. Ciò può avvenire ad esempio con la partecipazione a corsi di formazione esclusivi presso la nostra accademia, con workshop congiunti con i nostri responsabili prodotto o altri vantaggi noti anche dai programmi fedeltà. Il nostro programma si rivolge principalmente a costruttori di macchine e impianti e a integratori che usano con convinzione i nostri prodotti per applicazioni particolarmente critiche”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here