Meno consumi ed emissioni con i dispositivi di assistenza alla guida

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Secondo uno studio condotto dall’Università di Leeds, nel Regno Unito, i dispositivi di assistenza alla guida ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) contribuiscono a ridurre i consumi e le emissioni di CO2 e NOx, rispettivamente del 4,4% e del 4,1%. A darne notizia è l’Osservatorio Autopromotec. L’indagine è stata condotta in 7 Paesi europei (Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Spagna, Svezia e Olanda) su un campione rappresentativo di flotte composto da veicoli commerciali leggeri, camion e autobus con differente tipo di alimentazione: benzina, diesel, ibrido ed elettrico. La ricerca, condotta dall’Università inglese in collaborazione con alcune aziende produttrici di tecnologie ADAS (BMW, Daimler, Fiat, TomTomTelematics e Ifsttar), ha anche rivelato la percentuale di riduzione di consumi ed emissioni medie di CO2 che si può ottenere, utilizzando i dispositivi ADAS in rapporto al tipo di strada: -2,6% in città, -5,8% nelle aree suburbane o rurali e -2,2% in autostrada. Lo studio ha evidenziato in modo particolare che i dispositivi ADAS, sono in grado non solo di informare il conducente del veicolo e prevenire gli incidenti stradali, ma rappresentano anche un’importante leva di risparmio sul costo del carburante e di riduzione dell’impatto ambientale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here