Meno usura per i nastri trasportatori

SICK_Bulkscan_2Fino ad oggi è stato associato un elevato livello di usura meccanica al monitoraggio su nastri trasportatori di materiali sfusi quali ferro, lignite, rifiuti organici, sali, materiali da costruzione o pellet di legno. Grazie al sensore Bulkscan LMS511 di Sick, capace di misurare volumi e portate senza entrare in contatto con il materiale, e di segnalare quando il carico è posizionato in modo irregolare, questo problema non esiste più. Il flussimetro laser Bulkscan sfrutta la tecnologia basata sul tempo di volo e viene installato sopra il nastro trasportatore per effettuare un rilevamento continuo dei profili del materiale sottostante attraverso un laser pulsato. Il fascio laser è in classe 1, quindi sicuro per gli occhi. L’informazione geometrica ricavata dalla misura viene combinata con dati supplementari (ad esempio, la velocità del nastro da un encoder o la densità del materiale) e il sensore determina autonomamente il volume trasportato o la massa per unità di tempo. La distribuzione del profilo può essere impiegata anche per rilevare con estrema affidabilità il baricentro del materiale sul nastro, per evitarne inclinazione e usura eccessive. Ciò che rende innovativo il Bulkscan è la sua capacità di effettuare misure in maniera affidabile anche in condizioni difficili, ad esempio in presenza di nebbia, pioggia o polvere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here