Merci ADR: boom di movimentazione per la Arco Spedizioni

foto_comunicato

arco_spedizioniUn vero e proprio record di movimentazione di merci soggette alla normativa ADR: a regstrarlo la Arco Spedizioni, che nel solo primo semestre del 2014 ha movimentato un tonnellaggio poco distante dal totale dell’intero anno precedente (83,3% del 2013). Risultati che sono frutto del costante aumento di capitale investito nelle attività di trasporto e logistica di merci pericolose: un impegno economico che l’azienda ha deciso di incrementare per cercare la massima soddisfazione di un mercato molto esigente e a causa del restrittivo adeguamento operativo e burocratico imposto dalle attuali disposizioni di Legge. Fra gli investimenti, quello nel budget per i corsi per il conseguimento del CFP ADR per gli autisti e per i corsi periodici di formazione per gli operatori e clienti, che ha registrato nel primo semestre dell’anno un aumento del 206% rispetto all’intero 2013. Ma non è tutto: la scelta dei fornitori inoltre è stata limitata a coloro che rispettano i dettami della normativa ADR e sono provvisti di tutte le Certificazioni Professionali applicabili. Arco Spedizioni impone infatti un rigido controllo dei mezzi, dei DPI in dotazione ai propri dipendenti e ai subvettori, verificando che il personale impegnato nella movimentazione e gestione delle merci pericolose sia adeguatamente formato. La punta di diamante dell’eccellente attività posta in essere da Arco nel trasporto di merci pericolose in Italia è rappresentato dal trasporto multimodale nella versione terramare: avvalendosi della collaborazione di Compagnie Marittime qualificate, vengono rispettate, a fronte di ingenti costi (+41,4% annuo rispetto al trasporto non ADR), le disposizioni di dichiarazione e approntamento delle spedizioni secondo il Decreto Dirigenziale n.303/2014, entrato in vigore il 6 Giugno 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here