Anche i dati di settembre confermano il successo della misura del governo

Nuova Sabatini: oltre 2miliardi alle PMI

La prossima finestra temporale per presentare le richieste di prenotazione da parte delle banche sarà aperta dall’1 al 6 ottobre

Più di 2miliardi di finanziamenti erogati alle piccole e medie imprese grazie alla misura “Beni strumentali” – Nuova Sabatini, prevista del decreto ministeriale del 27 novembre 2013 per il rinnovo di impianti produttivi e macchinari. Solo nel mese di settembre sono pervenute ben 634 domande per 170milioni di finanziamenti della Cassa Depositi e Prestiti (CDP). I risultati delle prime 6 tornate mensili di prenotazione delle risorse mostrano una risposta importante: 6815 domande presentate alle banche o intermediari finanziari per circa 2.006 milioni di euro di finanziamento CDP e oltre 154 milioni di euro di contributi Mise.

“Anche i dati di settembre confermano il successo della misura del governo a sostegno degli investimenti in beni strumentali delle PMI” – ha commentato il Ministro Federica Guidi – il governo, facilitando l’accesso al credito per rinnovare impianti produttivi e macchinari , ha voluto dare uno stimolo alla crescita e alla competitività del sistema produttivo italiano”.

Il Mise ricorda che le domande di agevolazione devono essere presentate dalle imprese alle banche/società di leasing, le quali, con cadenza mensile (in una finestra temporale che va dall’1 al 6 di ciascun mese) trasmettono le richieste di verifica disponibilità plafond alla Cassa Depositi e Prestiti e da quella data decorrono tutti i termini della procedura.

La prossima finestra temporale per presentare le richieste di prenotazione da parte delle banche/intermediari finanziari sulla base delle ulteriori richieste pervenute dalle imprese sarà aperta dall’1 al 6 ottobre.

Inoltre, le imprese che hanno ricevuto il decreto di concessione possono trasmettere la documentazione necessaria per l’erogazione del contributo Mise attraverso la piattaforma messa a punto dalla Direzione generale per gli incentivi alle imprese, utilizzando le credenziali ricevute via PEC.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.