Palletways rivoluziona il trasporto espresso in Europa

Palletways-ItaliaOK(1)Milano, Montpellier e Saragozza: tre Hub internazionali capaci di ridisegnare la mappa del trasporto espresso su pallet in Europa. A firmare la rivoluzione è stato il  Gruppo Palletways, il più importante network europeo specializzato nella movimentazione di merce pallettizzata, che ha rotto gli indugi a seguito di una crescita costante dei volumi che transitano sulle rotte internazionali: attualmente il Gruppo Palletways gestisce più di 33mila pallet al giorno e si stima un’espansione dei volumi transfrontalieri nell’ordine del 50% per quest’anno, anche grazie all’estensione della rete in  Polonia, Paesi Baltici, Bulgaria e Romania. 
Un cambiamento partito con l’inaugurazione del nuovo Centro di smistamento regionale a Montpellier, nella Francia meridionale, che, rispetto all’attuale struttura di Gonesse, vicino a Parigi, garantirà un miglioramento significativo dell’efficienza del servizio: nelle previsioni, infatti, i tempi di transito saranno più rapidi, sia per le consegne a livello nazionale, in particolare quelle destinate al Sud-Est della Francia, che per le spedizioni internazionali.
 Contestualmente al lancio dello smistamento di Montpellier, Palletways ha deciso di valorizzare il ruolo delle strutture di Milano e di Saragozza, facendoli divenire a tutti gli effetti Hub Internazionali. I concessionari collegati col capoluogo meneghino potranno inviare al centro di smistamento tutte le spedizioni internazionali destinate alla Francia, al Regno Unito e alla Penisola Iberica e sono stati avviati il servizio giornaliero tra Italia e Spagna e due nuove rotte, che collegano Montpellier rispettivamente a Milano e Saragozza, con tariffe più competitive per entrambi i servizi, economy e premium.
“La nuova configurazione del network comporta un notevole miglioramento in termini di tariffe e tempi di resa per il traffico di merce nel Sud Europa – ha dichiarato James Wilson CEO di Palletways Group – Con questa iniziativa, gettiamo le fondamenta per un ulteriore sviluppo dell’attività in tutto il Vecchio Continente”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here