Rete Logistica Agroalimentare continua ad espandersi

massimo-savini

Da 3 a 16 milioni di euro di fatturato in appena cinque anni: questi i numeri della Rete Logistica Agroalimentare, che con 15 mezzi e olte 4mila pallet movimentati al giorno si pone ora come obiettivo l’ampliamento della propria attività con due nuove piattaforme logistiche in Sicilia e a Verona. Aggiungendosi a qelle romagnole di Gambettola e Faenza, le due nuove sedi renderanno la società operativa su tutto il Bel Paese.

“Se all’inizio l’attività dell’impresa era rivolta per l’80% in favore dei soci, dopo la crescita degli ultimi anni oggi il 50% del fatturato è realizzato verso soggetti che non fanno parte di Rla – ha spiegato Massimo Savini, amministratore delegato e precursore della logistica in Italia  – Abbiamo avuto una crescita molto veloce: la nostra azienda ha una naturale propensione al mercato perché la logistica si fa con i grandi numeri, grandi numeri che poche realtà nell’agroalimentare hanno”.

Una crescita che è stata spinta fortemente dall’ampliamento della forbice di servizi offerti: “Non più solo fresco, ma anche trasporti con mezzi telonati, come trasferimenti di imballaggi e ritiro del prodotto direttamente dal campo dei soci e conferimento in magazzino. Poi c’è l’integrazione informatica con i nostri clienti, un vero valore aggiunto che offre Rla: dall’inserimento dell’ordine alla fatturazione grazie al nostro programma informatico c’è uno scambio di informazioni continuo e in tempo reale con i nostri clienti”.

Nei piani una piattaforma logistica anche a Ispica e a Verona, per avere quattro punti operativi oltre alla sede amministrativa di Cesena.

La società romagnola conta oggi 50 collaboratori, dispone di una flotta di proprietà e una rete di padroncini. Dopo l’incorporazione di Bdl, l’azienda ha potenziato le tratte internazionali, specialmente verso Francia, Germania, Svizzera e Gran Bretagna. Rla offre anche servizi di picking, groupage, transit point e stoccaggio a lungo periodo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here