SICK lancia un sensore opto-elettronico più veloce e flessibile

L’unico sensore sul mercato che può rilevare le immagini con la velocità di un lettore di tacca: si tratta del nuovissimo PS30 lanciato da SICK, pensato per rilevare in maniera rapida e precisa presenza e posizionamento delle etichette, di materiali per il confezionamento e bottiglie fino a 10m/s.

Non essendo necessarie tacche di riferimento, questo sensore opto-elettronico consente una libertà di progettazione maggiore e una riduzione importante dei consumi del materiale e un efficace controllo del processo.

Rendere il sensore operatvo è molto semplice grazie alla configurazione effettuabile dal pannello di controllo attraverso il software di supporto SOPAS o l’HMI della macchina.Anche la programmazione è più veloce grazie alla dispobilità di function block software utili all’integrazione del sensore in rete alla semplificazione dei cambi formati durante il processo.

Ma il punto vi forza più importante di questo nuovo sensore, insieme alla velocità, è l’incredibile flessibilità, che lo rende perfetto per etichette sempre più complesse e ricche di particolari. Può rilevare dormati presenti sia su film continuo che su oggetti singoli.

Per maggiori informazioni: http://www.sick.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here