Software e soluzioni ICT in crescita

wwwCalo netto del mercato digitale in Italia nel 2013, che chiuso l’anno con una perdita del 4,4% rispetto al 2012, scendendo a quota 65.2 miliardi di euro. Si accentua così la tendenza negativa che il settore Ict registra nel nostro paese ormai da diversi anni (nel periodo 2009/2012 il calo medio annuo è stato dell’1,8%), mentre aumenta il distacco con i trend internazionali. Nello stesso periodo, infatti, l’Ict mondiale ha continuato a crescere alla media annua del 3,8%, spinto dalla ripresa degli investimenti nell’area nordamericana (+ 3,5%), Asia Pacifico (+6,6%) e  America Latina (+ 5,8%). E’ questa, in sintesi, la fotografia che emerge dalle anticipazioni del Rapporto Assinform 2014. Ma nel mare magnum dell’ICT, l’area Software e soluzioni ICT  ha registrato  + 2,7%. Nella macrocategoria del Software e Soluzioni ICT (5.475mln, + 2,7%), il software applicativo è cresciuto del 3,7% a 3.775mln e il middleware a 1145 mln (+2,3%), mentre è calato il software di sistema (- 3% a 555mln) per effetto del calo di vendite dell’hardware. Significativo è però anche che nell’ambito del software applicativo, il calo delle soluzioni applicative tradizionali (-0,8% a 2.488mln) sia stato più che compensato dalla dinamica positiva dell’Internet of Things (IoT, termine che indica le soluzioni per dispositivi digitali che dialogano via Internet), segmento cresciuto del 13,8% giungendo a quota 1070mln di euro; così anche le piattaforme per la gestione dei servizi web (+12,4% a 217mln). Queste ultime sono le piattaforme che abilitano l’e-commerce (+18% nel 2013), e le tecnologie social in tutti gli ambiti, personali, professionali e aziendali (che a loro volta stimolano domanda aggiuntiva di applicazioni di analisi, controllo e interazione).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here