Stock-out acquisti online: clienti ripiegano sui competitors

Uno studio condotto da Whistl ha evidenziato come, in caso di stock-out, la metà dei clienti intenti nell’acquistare online immediatamente ripiega su un competitor.

Disegno di un pc su sfondo arancione, con scritto sullo schermo 'out of stock'

Lo studio ha rivelato che il 91% degli intervistati ha avuto esperienze di stock-out durante un acquisto online creando uno stato di frustazione (42%) e delusione (32%).

Quando invece il sito notifica la bassa disponibilità del desiderato prodotto, il 78% dei clienti sente il bisogno di effettuare l’acquisto il giorno stesso. Lo stesso bisogno è creato nel 45% dei casi da notifiche riguardanti il numero di clienti che stanno visualizzando in quel momento il prodotto e nel 23% di casi da notifiche riguardanti il numero di clienti che hanno comprato il prodotto nella giornata.
Infatti in caso di basso livello di scorte i clienti si preoccupano, temono che qualcun altro possa aggiudicarsi il prodotto da loro desiderato e quindi tendono ad acquistare il più velocemente possibile.

Sembrerà banale ma un corretto controllo delle scorte è essenziale per avere successo nel mercato b2c poiché è fondamentale non creare delusione e frustazione nei clienti, evitando la ‘fuga’ verso i competitors.

Whitstl è una tra le maggiori compagnie di distribuzione postale negli UK; diretta rivale di UPS, DHL, Royal Mail.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.