3PL: solo il 18% delle aziende si dice soddisfatta

Secondo uno studio condotto da SCALA, azienda di consulenza in ambito logistico e supply chain, solo il 18% delle aziende inglesi sono soddisfatte dei loro third-party logistics supplier (3PL).

Il report, disponibile gratuitamente al seguente link, ha selezionato alcune tra le più importanti aziende nel Regno Unito.

Il sondaggio cerca di capire la soddisfazione delle aziende clienti nei confronti dei 3PL ed in contrapposizione, come pensano di soddisfare, i 3PL le medesime aziende?

Dai risultati emerge da subito una discrepanza: solo il 18% delle aziende si dicono ‘very satisfied’ mentre il 38% dei 3PL pensano di rendere le aziende ‘very satisfied’.
Nessuna azienda però si definisce ‘very dissatisfied’ nei confronti delle aziende 3PL.

Uno dei fattori principali alla base dell’insoddisfazione è l’incapacità dei 3PL di innovarsi e di portare nuove idee al tavolo dei lavori. Il 58% delle aziende definisce ‘Poor’ la propositività dei 3PL.

Un altro indicatore sull’efficacia dei 3PL riguarda i contratti di accordo, i quali durano in media tra i 3 e 5 anni. Solo il 29% afferma che questi contratti sono appropriati lungo tutta la loro durata, mentre la gran parte degli intervistati afferma che sarebbero necessarie parziali modifiche (57%) o grandi cambiamenti (14%).

Inoltre il sondaggio rivela che molte aziende non sono consapevoli delle penalità incluse nella gran parte dei contratti di approvvigionamento. Mentre l’80% dei 3PL afferma di avere nei propri contratti clausole e relative penalità, solo il 45% delle aziende crede di essere soggetto a questi meccanismi.

Inoltre, il 68% delle aziende afferma che l’area procurement gioca un ruolo fondamentale nella scelta del 3PL, però nella quasi totalità dei casi (95%) lo stesso dipartimento non porta avanti attività per supportare l’operatività del 3PL.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.