Vere e proprie e-machine, dotate di doppie unità di trazione elettriche, con autonomie da 60 km: la nuova gamma ibrida plug-in a marchio Scania presenta modelli sempre più vicini alla totale elettrificazione, con caratteristiche funzionali ed ambientali più alte che in passato.

Non si tratta di alternative, bensì di prime scelte per tutte le aziende di trasporto, soprattutto in virtù del cambio di passo climatico da adottare nel giro dei prossimi anni.

Scania P 320 PHEV 4×2 general cargo transport

HEV e PHEV, biodiesel

Scania sta introducendo veicoli elettrici ibridi (HEV) e veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV) che possono essere dotati di diverse opzioni di propulsione tradizionale e di ricarica. In tal modo queste soluzioni sono in grado di soddisfare specifiche esigenze per applicazioni quali trasporti refrigerati, betoniere e distribuzione regionale. La nuovissima e-machine GE281 opera in tandem con un motore Scania a combustione da sette o nove litri, offrendo opportunità uniche per la creazione di soluzioni di trasporto senza combustibili fossili per veicoli industriali pesanti. 

Scania P 320 PHEV 4×2 general cargo transport
Leggi anche:
Veicoli elettrici, bando ai falsi miti

 

Novità nell’ibrido 

I nuovi ibridi Scania costituiscono un vero e proprio passo in avanti verso la totale elettrificazione, con un aumento della potenza elettrica a 230 kW che li rende adatti a svariate tipologie di applicazioni.

Con un’autonomia in modalità elettrica fino a 60 km, i PHEV sono soluzioni versatili:

il GE281, in particolare, è una e-machine con due motori elettrici, 2.100 Nm e un cambio a sei velocità, che consente di risparmiare fino al 40% di carburante.

Vengono privilegiati motori a combustione di cilindrata ridotta, alimentati a biodiesel; la carica completa dell’unità elettrica si ottiene in 30 minuti, con capacità per la presa di forza azionata dal cambio.

L’obiettivo di Scania è raggiungere i propri target di riduzione delle emissioni di carbonio (Science Based Targets) in linea a quanto  stabilito nell’Accordo di Parigi.

Scania P 320 PHEV 4×2 general cargo transport
Leggi anche:
Rivoluzione veicoli elettrici: il Dossier di Logistica

 

Una nuova concezione 

La nuova catena cinematica ibrida di Scania è stata sviluppata secondo la filosofia modulare dell’azienda. Questa nuova soluzione accoppia tra loro due motori elettrici combinandoli con l’ultima generazione del cambio Scania Opticruise (2020). È stato creato qualcosa di veramente unico: GE281, una e-machine con erogazione di potenza perfetta e con la possibilità di gestire fino a 36 tonnellate senza il supporto del motore a combustione. 

Ma c’è di più: poiché la e-machine sostiene sempre il motore a combustione, sia alla partenza che durante l’accelerazione, quest’ultimo può essere ridimensionato sia nella cilindrata che nella potenza. La soluzione ibrida garantisce un risparmio di carburante fino al 40% nelle operazioni urbane, rispetto ai propulsori tradizionali.

Scania P 320 PHEV 4×2 general cargo transport
Leggi anche:
Rivoluzione veicoli elettrici: il Dossier di Logistica

 

Molteplici combinazioni

L’ultima generazione di veicoli ibridi Scania è disponibile come HEV e come PHEV,  in combinazione con cabine delle serie P, G e L. Gli autocarri possono essere autotelai oppure trattori stradali. Il motore a combustione della piattaforma da 7 litri è disponibile in tre potenze, così come il motore da 9 litri. Tutti i motori Scania Euro 6 possono essere alimentati con olio vegetale idrotrattato (HVO), inoltre alcuni sono compatibili anche con biodiesel FAME. 

 

Scania GE281

Il GE281 di Scania offre 230 kW di potenza in continuo e 290 kW di picco, mentre la coppia massima è di 2.100 Nm. Ha sei marce avanti e nessuna frizione tradizionale, poiché un ingranaggio planetario si occupa di tale attività, fornendo cambi marcia senza interruzione della coppia. Questa soluzione fornisce inoltre un’eccellente guidabilità a basse velocità e la presa di forza può essere innestata con il veicolo in movimento, sia in modalità elettrica che con motore a combustione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here