red

Ideali per la logistica del freddo

“Il magazzino compattabile offerto da Compatt abbraccia praticamente tutta la gamma di unità di carico.

Dai portapallet alle scaffalature cantilever, dai portacestoni ai portabobine e porta laminati.

Ma l’applicazione più comune di questa tecnologia logistica è nel campo del freddo dove, a parità di dimensioni del magazzino, è possibile stoccare più merce e quindi ottimizzare il consumo di energia per mantenere la cella in temperatura (da 5° a -25° C).

Queste particolari esigenze hanno indirizzato l’azienda verso la proposta Leuze.

Le nostre soluzioni, sono oltre che affidabili e perfettamente adeguate alle necessità del cliente, anche particolarmente convenienti e stabili” – hanno dichiarato Fabio Galimberti e Stefano Guerretta, sales area manager di Leuze Italia

Come funziona il magazzino compattabile

Il funzionamento di un magazzino compattabile è semplice.

Il sistema è formato da basi mobili su cui vengono installati gli scaffali permettendo la traslazione orizzontale.

In questo modo non è più necessario avere tutte le corsie di passaggio, è sufficiente averne una che si apre dove deve essere prelevata o stoccata l’unità di carico.

La struttura deve essere dotata di soluzioni di sicurezza affidabili e tecnologicamente all’altezza nonché scalabili, dato il continuo sviluppo delle normative di sicurezza.

Un serie integrata di sensori

La soluzione Leuze di sicurezza complessiva è composta da una serie integrata di sensori.

Per la protezione della corsia, il cui ingresso è previsto sia con muletti o transpallet ovvero con veicoli mobili, AGV o LGV, e il monitoraggio e la protezione del vano piedi, Leuze ha predisposto una serie di sensori a barriera inserita nella zona bassa raso suolo della corsia mobile che, nel caso di ingressi imprevisti, ne arresta il movimento.

Per Compatt, Leuze ha puntato sulle barriere fotoelettriche monitoraggio di sicurezza tipo 2 della serie 46C.

Queste barriere dialogano con un’unità di sicurezza esterna. Insieme a questa, esse costituiscono un dispositivo di protezione senza contatto in Performance Level C, rappresentano un’alternativa molto conveniente quando vengono richieste portate anche fino a 70 metri e sono facilmente integrabili grazie alle dimensioni compatte dell’alloggiamento.

I vantaggi della soluzione

I vantaggi dati da questa compatta soluzione di Leuze si misurano dalla portata di lavoro fino a 70m di profondità e dall’estrema facilità di montaggio e manutenzione grazie al potenziamento a bordo con spot e luci LED ben visibili.

Inoltre la soluzione scelta da Compatt opera perfettamente anche a temperature fino a -40°C.

La soluzione è integrata dalle barriere fotoelettriche multiraggio di sicurezza Leuze MLD.

Queste barriere fotoelettriche multiraggio di sicurezza, integrate nelle colonne di fissaggio a pavimento, provvedono alla protezione permanente delle persone (protezione di accesso) pur non ostacolando il trasporto del materiale.

Questa serie di barriere in PL e, tipo 4, può essere impiegata sia come protezione di accesso sia in caso di applicazioni con muting.

Solidità tecnologica delle soluzioni

Con questa affidabile e solida soluzione non è necessaria alcuna parametrizzazione via software ma solo tramite cablaggio. Le barriere vengono montate a pavimento e hanno una portata fino a 70 m con puntatore laser integrato per facilitare l’allineamento in caso di pavimentazioni irregolari.

Completa l’architettura della soluzione il sensore integrato Leuze serie 25, ottimizzato per un impiego universale in campo industriale, in quanto abbina elevate portate a un alloggiamento particolarmente robusto in classe IP69K.

“Leuze ci rassicura per la solidità tecnologica delle soluzioni proposte – hanno dichiarato i titolari di Compatt Roberto Montrone e Cristian Sottocornola – Abbiamo sperimentato il rapporto e la validità dei componenti che costituiscono la sicurezza dei nostri magazzini. Siamo certi di avere scelto il partner giusto per poter proseguire sulla strada della crescita in Italia e nel mondo.”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here