Aldi, multinazionale attiva nel settore della Grande Distribuzione Organizzata, ha inaugurato il nuovo centro logistico di Landriano (Pavia): una nuova tappa nel piano di sviluppo e investimento di ALDI in Italia, che conta già 82 punti vendita in sei regioni del Nord Italia. Con il nuovo polo ALDI raddoppia la propria capacità logistica: la Direzione Regionale di Landriano infatti si aggiunge a quella di Oppeano, in provincia di Verona, attiva sin dall’ingresso sul mercato di ALDI in Italia, nel 2018.

Un polo logistico importante nel pavese

Con una superficie di magazzino di 52.504 m2, di cui 9.409 m2 riservati alle celle frigorifere e 3.166 m2 destinati agli uffici, il centro logistico di Landriano ha visto l’assunzione di 88 nuovi collaboratori per il magazzino, per un totale di 136 dipendenti, la metà dei quali provenienti dai territori della provincia di Pavia, dove sorge il nuovo polo.

Per la costruzione Aldi si è affidata a Vailog (gruppo Segro Plc), società specializzata nello sviluppo immobiliare logistico.

Importante per supportare la crescita costante di ALDI, il polo di Landriano diventa uno snodo fondamentale per il Nord-Ovest, con una capacità di servizio degli attuali 28 punti vendita dislocati in Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. 

Al centro il time-to-market

Il time-to-market diventa più efficiente, questo investimento garantisce infatti una diminuzione media dei km percorsi per raggiungere i negozi, con un minore impatto ambientale.

Passando dalle 86 bocche di carico e scarico del nuovo centro, autocarri di classe Euro 6 effettueranno oltre circa 17.000 viaggi all’anno per rifornire le filiali, per un totale di 8 milioni di colli all’anno distribuiti. Questo si traduce in un’ottimizzazione della catena di rifornimento, garantendo una maggiore velocità di approvvigionamento, sempre calibrata a seconda delle necessità dei negozi e della vicinanza al consumatore.

Aspetti di particolare importanza per la freschezza dei prodotti, anche nel periodo di massima emergenza socio-sanitaria da Covid-19, durante la quale Aldi ha sempre garantito consegne puntuali e scaffali ben riforniti.

Un impianto sostenibile

In linea con la politica di sostenibilità di Aldi, che punta ad una sempre migliore efficienza energetica, anche il nuovo centro logistico di Landriano è dotato di illuminazione led e di pannelli fotovoltaici, capaci di erogare una potenza green di 1.254 kWp.

Le emissioni di CO₂ vengono limitate anche dalla speciale tecnologia impiegata nel magazzino dedicato alle categorie “fresco” e “surgelato”, dove viene utilizzato un impianto a base di ammoniaca (NH3), che offre migliori prestazioni termodinamiche rispetto agli impianti con refrigeranti sintetici.

Il centro logistico di Landriano dispone anche di aule per la formazione dei collaboratori, che saranno utilizzabili dopo l’emergenza Covid-19.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.