Non più solo Gas Naturale Compresso e Gas Naturale Liquefatto (GNC e GNL rispettivamente), bensì biogas, vale a dire gas rinnovabile: è lui il protagonista di una decarbonizzazione dei trasporti in Europa, sul quale puntare. A dirlo è NGVA Europe, che pubblica una serie di dati incoraggianti sulla penetrazione del biogas nel mix di combustibili abitualmente utilizzati dall’autotrasporto.

©NGVA Europe

Gas rinnovabile, utilizzo in Europa

Non si tratta dunque più di una chimera, ma di una realtà: il biogas costituirebbe il 17% dell’attuale consumo di gas combustibile per la trazione nel Vecchio Continente; NGVA, che controlla oltre 4mila stazioni di rifornimento di gas rinnovabile, registra infatti erogazioni di biometano in più del 25% dei casi.

Data la compatibilità sia delle infrastrutture di distribuzione di GNC e GNL che dei veicoli, il gas rinnovabile potrebbe tranquillamente andare a sostituire integralmente le attuali formule di gas per la trazione, senza riconversione alcuna da compiere.

Un’operazione a costo zero, dunque, che ha però un forte impatto sulle emissioni inquinanti.

©NGVA Europe

Oltre il 30% di emissioni inquinanti in meno

Se comparato all’uso di benzina o diesel, quella quota del 17% di biogas si stima che abbatta le emissioni inquinanti di un ulteriore 30-38% rispetto all’utilizzo di GNC e GNL. Si tratta dunque di un’opzione migliorativa, anche perché il biogas nasce a partire dal recupero di materiali di scarto delle lavorazioni industriali.

Si tratta infatti di un ri-ciclo vero e proprio, come quello che viene effettuato nell’impianto di Skogn, in Norvegia, a partire dagli scarti dell’industria della pesca: da 100 tonnellate di rifiuti si trae alimentazione per una flotta di 300 camion.

©NGVA Europe

Trasporto pesante, raddoppiata la razione a gas

Tra 2018 e 2019 l’autotrasporto europeo si è sensibilizzato rispetto al tema ambientale e, indubbiamente aiutato da una maggior convenienza degli investimenti in tale direzione, ha raddoppiato le immatricolazioni di veicoli alimentati a gas.

Ad oggi, secondo NGVA Europe, sono circa 10.000 i mezzi pesanti con trazione a gas che circolano sulle autostrade del continente e progetti per la diffusione del biogas sono diffusi in tutti i principali Paesi dell’Unione.

In Italia sono attivi una ventina di progetti per la costruzione di nuovi impianti destinati alla produzione di gas rinnovabile, anche nell’ottica di rifornirne le isole, che ne trarrebbero notevole vantaggio economico ed ambientale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.