Fatta chiarezza sulla possibilità per le merci di viaggiare senza ostacoli da e per le zone rosse ed arancioni isolate dal Dcpm Conte dell’8 marzo 2020, si pone adesso l’urgenza di mettere in sicurezza le condizioni di lavoro degli autotrasportatori.

Nel rispetto dei decreti nazionali emanati per l’emergenza Coronavirus, le merci stanno infatti viaggiando normalmente, ma occorre ottemperare alle prescrizioni di sicurezza degli stessi.

Autisti, quali norme di comportamento?

Per chi deve effettuare dei trasporti all’interno della Lombardia e delle 14 province incluse nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri esistono delle indicazioni precise.

Oltre alle normali indicazioni valide per tutti i cittadini, gli autotrasportatori sono tenuti ad indossare mascherine chirurgiche e ad utilizzare guanti monouso durante la consegna della merce.

Qualora debbano scendere dal mezzo per le operazioni di carico e scarico, devono rispettare la distanza di un metro dalle altre persone.

Conftrasporto-Confcommercio: urgono mascherine

Conftrasporto-Confcommercio, con il vicepresidente Paolo Uggé, ha dato disponibilità tramite le sedi di FAI (Federazione Autotrasportatori Italiani) a distribuire i presidi di autoprotezione, ossia le mascherine ed i guanti, agli autisti.

Nella lettera inviata ai ministeri competenti ed alla protezione civile, Conftrasporto richiede però la fornitura di mascherine, che sono in via di esaurimento e non bastano per un sano ricambio.

Richiesti controlli sugli autotrasportatori UE

Conftrasporto-Confcommercio chiede anche che proseguano, e possibilmente siano incrementati, i controlli sugli autisti, considerato il gran numero di quelli provenienti dai Paesi dell’Est che operano in Italia. 

Auspico una direttiva europea omogenea che indichi a tutti gli autotrasportatori dell’Ue come comportarsi e quali precauzioni prendere per poter garantire la consegna delle merci indispensabili, a cominciare dai beni di prima necessità”, ha affermato il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggé.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.