Dall’India una startup per far rincasare ogni sera gli autotrasportatori

Rivigo è una startup Indiana nata nel 2014 con l’obiettivo di migliorare il settore della logistica, così frammentato in India.

Rivigo, in particolare, vuole migliorare non solo l’efficienza ed il costo delle spedizioni ma soprattutto le condizioni di lavoro degli autotrasportatori.

La start up, grazie al contributo di numerosi investitori, possiede una flotta di più di 4000 camion intelligenti connessi tra di loro. Rivigo ha poi sviluppato un algoritmo capace di coniugare tutte le diverse tratte dei diversi autisti per fare in modo che questi ultimi possano ritornare a casa ogni sera.

L’idea è quella di far percorrere ad ogni autista un tratto di strada con un certo camion ed una volta raggiunta una certa destinazione, cambiare camion percorrendo un altro tratto di strada con direzione casa. Gli autisti ridurranno così drasticamente la distanza da casa dove potranno ritornavi ogni sera.

Inoltre, l’applicazione di questo modello permetterebbe di ridurre anche il tempo di trasporto poiché verrebbero evitate le lunghe pause necessarie ai conducenti per portare a termine l’intero percorso.

Gli autisti saranno equipaggiati con uno smartphone contenente tutte le informazioni necessarie per portare a termine le attività riducendo il rischio di errori.

L’implementazione di questo modello permetterebbe decisamente di migliorare la vita dei conducenti che potrebbero rientrare a casa ogni giorno con orari di lavoro meno alienanti e più ‘normali’.

Questo modello dovrebbe interessare direttamente anche i corrieri in Italia, i queli incontrano sempre più difficoltà nella ricerca di conducenti. Difficoltà che aumenteranno nei prossimi anni vista la mancanza di giovani disponibili ad intraprendere questa professione.

Basti pensare che al momento, in Italia, il 36% degli autisti si trova negli ultimi dieci anni di carriera, mentre solo l’1,9% si trova nei primi dieci anni di carriera.

Risulta quindi di fondamentale importanza anche in Italia, trovare soluzioni per rendere meno pesante questa professione e più ‘attraente’ per i giovani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.