Europa, idrogeno per il futuro sostenibile dei porti

Condividi

L’Europa sta premendo per una rapida conversione verso trasporti più ‘verdi’: un esempio è il Porto di Rotterdam, al centro di una trasformazione ‘a base di idrogeno’. 

Il management per l’Elettrificazione e l’Idrogeno presso l’Autorità Portuale di Rotterdam, ha espresso una visione ambiziosa per il sistema portuale, mirando a un sistema completamente sostenibile. 

In vista del World Hydrogen Summit del 2023, è stato sottolineata l’importanza di passare dalle parole ai fatti nell’adozione dell’idrogeno come fonte energetica.

Un porto pioniere in tema di idrogeno

Il porto di Rotterdam non è nuovo a sfide ambiziose: con l’obiettivo proposto dalla COP28 di limitare il riscaldamento globale a non più di 1,5 gradi entro il 2050, il porto ha stabilito obiettivi significativi, come l’utilizzo annuale di 4,6 milioni di tonnellate di idrogeno. 

Sebbene il percorso sia stato più lento del previsto, i progressi non sono mancati: il progetto Porthos, ad esempio, ha ricevuto il via libera, segnando un passo importante verso la produzione di idrogeno blu.

Una transizione complessa

La transizione da un sistema energetico basato sui combustibili fossili a uno completamente rinnovabile è complessa. Tuttavia, il porto ha fatto passi da gigante, collegando produttori e acquirenti e iniziando ad affrontare le sfide normative e logistiche. 

L’Europa ha aumentato gli obiettivi di importazione di idrogeno, ma il volume attuale non è ancora all’altezza delle aspettative. Nonostante ciò, il porto ha già iniziato ad importare sia idrogeno, sia ammoniaca, seppure in quantità limitate.

Guardare al 2050

Rotterdam guarda al 2050 come target principale, con l’importazione di idrogeno e la costruzione di infrastrutture chiave, come un impianto in accordo con Shell che produrrà esclusivamente idrogeno verde. 

La pianificazione a lungo termine è essenziale per utilizzare in modo efficiente lo spazio disponibile nel porto e per fare scelte che siano vantaggiose non solo per il primo step del 2030, ma anche per il 2050.

Un appello per il futuro

Il management per l’Elettrificazione e l’Idrogeno presso l’Autorità Portuale di Rotterdam fa appello a una pianificazione a lungo termine e per grandi volumi, per operare in modo efficiente e sostenibile, e sottolinea ancora l’importanza di un caso di business solido per i consumatori finali, nonostante le sfide attuali, invitando a una collaborazione per aprire la strada a un avvio effettivo.

Rotterdam è oggi riconosciuto come hub principale per l’idrogeno e per il passaggio dalla pianificazione alla realizzazione di progetti concreti. Questi progetti non solo parlano di un futuro sostenibile, ma lo stanno attivamente costruendo, influenzando positivamente persone e ambiente.

Ti potrebbero interessare