Ad ogni veicolo i suoi lubrificanti: come ignorare dunque la rapida ascesa del segmento dei veicoli elettrici? Quella dei fluidi lubrificanti è un’industria florida che si basa su una specifica ricerca tecnologica ed i principali attori del mondo petrolchimico si stanno attrezzando per il lancio definitivo sul mercato di prodotti pensati per le esigenze dei mezzi a trazione elettrica.

Dotati di caratteristiche diverse dai tradizionali veicoli endotermici, gli automezzi elettrici hanno bisogno di soluzioni ad hoc: una delle risposte sul mercato è stata recentemente presentata al Global Research & Technology Centre di Santena (Torino) da Petronas Lubricants International, la divisione dedicata alla produzione e promozione globale dei lubrificanti della società petrolifera nazionale malese.

Leggi anche:
Rivoluzione veicoli elettrici: il Dossier di Logistica

 

Perché produrre e-fluid

Secondo il recente studio Global EV Outlook 2021, il mercato globale di tutti i tipi di auto è stato colpito significativamente dalle ripercussioni economiche della pandemia COVID-19. Ma, se da un lato le complessive immatricolazioni di auto convenzionali hanno registrato una significativa riduzione, le vendite globali di auto elettriche hanno invece visto un aumento del 70% nel 2020. 

«Crediamo che la mobilità elettrica si stia espandendo ad un ritmo rapido. A fronte di questa rapida crescita, lo studio di soluzioni innovative è un elemento chiave verso la mobilità elettrica e dunque un futuro più sostenibile», ha dichiarato Giuseppe D’Arrigo, Managing Director e Group Chief Executive Officer del gruppo PLI.

Leggi anche:
Veicoli elettrici, bando ai falsi miti

 

Petronas Iona, pensato per gli assali elettrici

Lanciato per la prima volta nel 2019, Petronas iona si pone come catalizzatore verso un mondo a zero emissioni ottimizzando l’efficienza energetica, la sicurezza e le performance dei veicoli elettrici attraverso innovative e avanzate soluzioni di fluidi EV specifici. Dal lancio, ci sono state ulteriori evoluzioni che hanno permesso a PLI di essere all’avanguardia nell’ambito della tecnologia EV.

La seconda generazione Petronas iona è studiata per venire incontro alle molteplici esigenze dell’Electric Drive Unit (motori elettrici) e degli E-axles (assali elettrici), diminuendo attrito e usura e la gestione termica al fine di massimizzare le prestazioni, l’efficienza energetica e l’affidabilità dei veicoli elettrici ad alte performance.

Leggi anche:
Trasporti green, i camion elettrici entrano nella GDO

 

Una strategia per l’innovazione

Quella di Petronas è una strategia vera e propria, in linea con l’impegno di PLI verso la sostenibilità annunciato nel 2018, secondo cui il 75% dei propri investimenti in Research & Technology sarebbe stato destinato alla riduzione delle emissioni, per sostenere l’obiettivo più ampio del raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni nette di carbonio entro il 2050.

Guidare l’innovazione nel settore degli E-Fluids diventa dunque prioritario: gli Original Equipment Manufacturer (OEM), i fornitori di prima fascia e gli sviluppatori sono alla ricerca di leader del settore e partner esperti in grado di fornire un tipo di pensiero rivoluzionario, aiutandoli a stare un passo avanti rispetto alle tecnologie rapidamente emergenti e alla concorrenza e ad accelerare la diffusione di veicoli elettrici sicuri, efficienti dal punto di vista energetico e con elevate prestazioni. 

In occasione del lancio della gamma Iona, PLI ha riunito le personalità più competenti di questa industry e ha tenuto la sua seconda conferenza, PETRONAS EV Fluids Webinar 2021, come parte del suo impegno per accelerare l’efficienza e continuare gli sforzi collettivi verso un futuro sostenibile. 

Dal 2018 PLI collabora con un gruppo di partner di prestigio che includono l’Imperial College di Londra, FEV Group, IAV e altre aziende, per ingegnerizzare fluidi sicuri, performanti e affidabili appositamente per i motori elettrici. La sua gamma di prodotti EV su misura per specifiche applicazioni è nata da questo approccio collaborativo.