Search
Close this search box.

L’AI come volano di crescita: diffusa tra le aziende più competitive

Condividi

Nel contesto attuale, caratterizzato da costi in ascesa e da una concorrenza sempre più agguerrita, le aziende della catena di fornitura si trovano a dover limare i margini di efficienza e di guadagno in maniera esasperata.

Lo studio «2024 Agility Index» di Epicor e Nucleus Research rivela come quasi la metà delle imprese intervistate veda l’escalation dei costi come la sfida principale da affrontare e lega la riuscita competitiva all’adozione di tecnologie come l’Intelligenza Artificiale generativa (AI) e il Machine Learning (ML). Le imprese della Supply Chain connotate da un’alta crescita sarebbero infatti anche quelle che stanno adottando l’AI e l’apprendimento automatico più rapidamente dei loro concorrenti

Lo studio è stato condotto tra Gennaio e Marzo 2024, intervistando più di 1.700 leader della catena di fornitura e delle operazioni logistiche degli Stati Uniti, del Regno Unito, dell’Irlanda e della zona APAC.

La dimensioni delle aziende interessate le divideva tra Mercato Enterprise ($250 milioni – $1 miliardo di fatturato annuo) e PMI (meno di $250 milioni di fatturato annuo).

Tecnologia e crescita

Secondo lo studio, le aziende che hanno registrato una crescita significativa, con un incremento del fatturato del 20% o più negli ultimi tre anni, si distinguono per l’adozione dell’intelligenza artificiale generativa nelle loro operazioni. 

Il 63% di queste imprese ha già integrato l’AI per gestire le sfide operative e di costo, un dato che sottolinea l’importanza di queste tecnologie per il successo aziendale.

AI e ML nella pratica

L’AI generativa sta trovando applicazione in diverse funzioni della catena di fornitura digitale, dalla creazione di descrizioni di prodotti (nel 67% delle organizzazioni) ai chatbot di assistenza clienti (nel 72% dei casi), passando per l’interrogazione in linguaggio naturale e l’assistenza in-app.

Queste implementazioni permettono di ottimizzare le interazioni con i clienti e una progettazione del prodotto più informata.

Ottimizzazione e previsione

L’apprendimento automatico gioca un ruolo cruciale nell’ottimizzazione dell’inventario (45%) e nella previsione della domanda (40%), evidenziando come queste tecnologie siano indispensabili per la gestione efficace delle scorte e per una previsione accurata della domanda futura.

Speranze e aspettative

Gli intervistati nutrono grandi speranze nell’apporto delle tecnologie di automazione, in particolare per quanto riguarda l’aumento dell’efficienza e della produttività (32%), il risparmio sui costi (26%) e il miglioramento dell’automazione della catena di fornitura (23%).

Verso il Futuro

Con l’adozione crescente di AI e altre tecnologie di automazione, le aziende della catena di fornitura si stanno attrezzando per adattarsi meglio alle condizioni di mercato in continua evoluzione e per servire al meglio i loro clienti. La ricerca “2024 Agility Index” non solo mette in evidenza le tendenze attuali, ma apre anche una finestra sulle future direzioni di investimento in queste tecnologie rivoluzionarie.

Ti potrebbero interessare