Durante un controllo su strada gli agenti della Polizia Stradale hanno contestato “CMR incompleto dell’indirizzo del mittente”, ancorché la merce fosse accompagnata anche da DDT e fattura in cui era chiaramente individuato il mittente e specificato il suo indirizzo

Premesso che per un approfondimento della questione sarebbe necessario avere la disponibilità del verbale con cui è stata erogata la sanzione, l’art. 46 ter della legge 298/74 punisce, tra le altre ipotesi contemplate dalla norma, il fatto che la lettera di vettura “sia stato compilata non conformemente alle norme” appiccabili.
L’articolo 6, comma 1, della Convezione CMR (Convenzione sul contratto di trasporto internazionale stradale di merce, firmata a Ginevra il 19 maggio 1956, come modificata dal protocollo 5 luglio 1978) prevede espressamente che la lettera di vettura internazionale (il c.d. CMR) debba contenere:
a. luogo e data della sua compilazione;
b. nome e indirizzo del mittente;
c. nome e indirizzo del vettore;
d. luogo e data di ricevimento della merce e luogo previsto per la riconsegna;
e. nome e indirizzo del destinatario;
f. denominazione corrente della natura della merce, genere dell’imballaggio e, per le merci pericolose, la denominazione generalmente riconosciuta;
g. numero dei colli, loro contrassegni particolari e loro numeri;
h. peso lordo o quantità altrimenti espressa della merce;
i. spese relative al trasporto (prezzo di trasporto, spese accessorie, diritti doganali e altre spese sopravvenienti a partire dalla conclusione del contratto di trasporto fino alla riconsegna);
j. istruzioni richieste per le formalità doganali e altre;
k. indicazione che, nonostante qualsiasi clausola in senso contrario, il trasporto è disciplinato dalla presente Convenzione”.
“Nome e indirizzo del mittente” costituiscono quindi uno degli elementi essenziali di una CMR correttamente compilata, cosicché la sanzione, pur ispirata ad un rigore formale forse eccessivo (rigore, peraltro, che caratterizza tutte le sanzioni comminate da quando è stata introdotta questa norma), sembrerebbe corretta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here