Combilok G1, vent’anni fa, rivoluzionò il concetto di sicurezza delle baie di carico per i mezzi pesanti: adesso gli specialisti OMG e Stertil Dock Products presentano Combilok G2, il suo successore.

La nuova versione G2 innalza i livelli di sicurezza introducendo una serie di sistemi automatici di bloccaggio di nuova generazione, il tutto dopo una serie di test intensivi presso le sedi di importanti aziende internazionali e la certificazione da parte del TÜV secondo la direttiva macchine 2006/42/CE.

 

Leggi anche:
Quattro stagioni, gli pneumatici per viaggiare in sicurezza tutto l’anno

 

Il ‘bloccatir’ per eccellenza

COMBILOK® G2 è realizzato interamente nella sede olandese di Stertil, introduce una nuova generazione di sistemi automatici per il bloccaggio degli automezzi, progettati per soddisfare i più alti livelli di sicurezza nelle baie di carico e nei magazzini. L’estrema flessibilità ed adattabilità ad un’ampia varietà di veicoli commerciali rende questo prodotto adatto ai moderni centri logistici. 

Il sistema blocca le ruote dell’automezzo durante le operazioni di carico e scarico al fine di prevenire incidenti a personale, merci, mezzi e al magazzino. Diversi possono essere infatti i rischi in cui gli operatori incorrono in questa delicata e sempre più frenetica fase: dalla caduta accidentale dalla banchina, allo spostamento pericoloso e inaspettato del camion, fino al ribaltamento del carrello dalla rampa causata da un improvviso allontanamento dell’automezzo. 

Leggi anche:
Sicurezza ferroviaria, Certificato Unico ERA all’italiana InRail

 

Grande adattabilità

Dai piccoli furgoni ai grandi articolati, il sistema è in grado di adattarsi a ruote di diverso diametro. 

Il COMBILOK® G2 ha infatti diversi livelli di altezza di bloccaggio programmabili, da soli 240 mm a 460 mm. Questo bloccatir inoltre ha un design molto compatto, misurando 4,8 m di lunghezza, con uno spazio di installazione richiesto di soli 6,3 m che garantisce la disponibilità di spazi extra per le manovre dei veicoli e la predisposizione del magazzino. 

Tutte le componenti idrauliche ed elettroniche sono protette all’interno di una robusta struttura in acciaio zincato. Questo rende il G2 estremamente resistente alle intemperie garantendone un ciclo di vita più lungo. Inoltre il sistema richiede una manutenzione ridotta essendo stato progettato con un minor numero di parti meccaniche ed un ridotto utilizzo di olio idraulico. Non dimentichiamo poi la funzione di deterrente contro potenziali furti bloccando di fatto il veicolo alla baia di carico e ostacolando l’accesso al mezzo stesso. Tutte caratteristiche che lo rendono un ottimo investimento dal punto di vista della sicurezza e dell’affidabilità. 

 

Leggi anche:
Mit-Inail, sicurezza nell’autotrasporto: firmato il protocollo

 

Sicurezza e visibilità

Il COMBILOK® G2 è dotato di segnali acustici e visivi che si attivano durante il posizionamento del mezzo. Inoltre grazie all’applicazione di strisce chevron gialle e nere, il sistema è sempre visibile dall’autista che è facilitato nelle manovre anche dalla presenza di guide per le ruote. 

È disponibile un sistema di guida avanzato con illuminazione a LED indiretta automatizzata a risparmio energico che garantisce una visibilità assoluta soprattutto quando le condizioni di luce sono scarse. L’illuminazione è a led bianchi che si attivano, grazie ad un sensore, dal tramonto all’alba e durante il giorno quando la luminosità è ridotta. Inoltre una luce led rossa e bianca intermittente segnala l’attivazione del combilok. 

Per ridurre la rumorosità del sistema, soprattutto nelle aree urbane e suburbane, il G2 è disponibile con un’opzione per i segnali acustici caratterizzato dal “rumore bianco”. Infine per un controllo totale della sicurezza è possibile scegliere il combilok dotato di sistema di interblocco a doppia sequenza che permette l’apertura della baia e il funzionamento della pedana solo una volta che il veicolo è bloccato. 

OMG Srl – Divisione Chiusure
Italiana al 100%, OMG rappresenta una realtà consolidata e unica nel settore delle chiusure industriali, presente su tutto il territorio nazionale. Il successo guadagnato sul campo permette all’azienda di poter annoverare tra i propri clienti grandi nomi protagonisti del mercato internazionale che sempre più spesso si rivolgono alla divisione CHIUSURE INDUSTRIALI al fine di risolvere questioni legate ai punti di carico sia in fase di costruzione sia in fase di ristrutturazione. Porte rapide, portali isotermici ma non solo: rampe, baie di carico, portoni rei, sistemi di bloccaggio TIR e barriere di sicurezza. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.