Il Black Friday del 29 novembre è prossimo e chi si occupa di ecommerce si affida sempre più a precise indagini di mercato per capire i gusti degli acquirenti. Ecco dunque una ricerca svolta da UPS, uno dei grandi nomi della logistica mondiale, volta a profilare l’acquirente digitale “tipo”.

Pulse of the Online Shopper” si è basata su un campione di 18mila utenti online provenienti da 15 Paesi europei, americani ed asiatici, con un particolare focus sui Baby Boomer, sui Millenial, la Generazione X e la Generazione Z, ossia i nuovi fenomeni impattanti sulle dinamiche del commercio online.

L’e-commerce può trainare la crescita di aziende di tutte le dimensioni, ma in particolare delle piccole aziende che mai come ora possono raggiungere nuovi clienti, sia a livello nazionale che all’estero. Avere successo online non è scontato, e i retailer devono fare in modo di soddisfare le aspettative dei consumatori. I clienti ricercano visibilità, desiderano essere il più informati possibile e si aspettano un’esperienza di reso priva di difficoltà. Gli ultimi risultati mettono bene in evidenza la sfida: non esistono due acquirenti online uguali. Lo studio ‘UPS Pulse of the Online Shopper’ è una ulteriore conferma di come UPS contribuisca a offrire ai propri clienti le informazioni e le soluzioni di cui hanno bisogno per espandere le loro attività.Abhijit Saha, Vice Presidente Marketing UPS Europe

Acquirenti online in Italia: convenienza e caccia al premio

Che cosa è riportato da UPS nella sua “Pulse of the Online Shopper“? Vediamo i punti fondamentali.

1. I clienti fanno ricerche prima dell’acquisto, più di quanto si immagini. Il 94% dei clienti italiani effettua ricerche sui prodotti prima di acquistarli online, mentre le generazioni più giovani sono quelle che si lasciano influenzare di più dalle recensioni dei clienti.

I consumatori italiani sono più interessati a ricercare informazioni sul prezzo del prodotto e sugli sconti (89%), poi sulle opzioni di consegna, inclusi velocità e costi (62%), infine sui dettagli del prodotto e le alternative (44%).

Quando acquistano da negozi online stranieri, il 94% degli acquirenti italiani si aspetta di visualizzare tutte le spese di spedizione, inclusi dazi e tasse, prima di completare l’acquisto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.