Ventimila riferimenti in stock per quattro tipologie di prodotto: con questa missione finale in mente Savoye ha allestito il nuovo magazzino di uno dei colossi francesi della distribuzione di lenti ottiche, Ophtalmic Compagnie.

Forte di una crescita a due cifre e con la volontà di integrare alle proprie competenze la produzione di lenti di alta gamma, il distributore francese, che dal giugno 2019 si trova in un nuovo edificio di 5.000 mq a Villepinte, ha deciso di ripensare i propri processi per migliorare la produttività. Per farlo, si è rivolto a Savoye, nota specialista dell’intralogistica. 

Leggi anche:
Savoye e Scott, picking e automazione sempre più a braccetto

 

Automatizzare è la parola d’ordine

Lo spostamento del magazzino è stata l’occasione colta al balzo per modernizzarne la gestione interna.

Dalla precedente soluzione dotata di una trentina di unità di stoccaggio rotanti verticali per gestire quattro famiglie di prodotti – lenti a contatto, lenti per occhiali, lozioni per la conservazione e integratori alimentari per la salute degli occhi – Ophtalmic Compagnie è quindi passata alla soluzione robotizzata Goods-To-Person X-PTS firmata da Savoye.

L’obiettivo era elaborare più di 20.000 riferimenti in stock attraverso processi di preparazione, dai più semplici ai più complessi, compresi i preparativi individuali nominali per le lenti correttive dei clienti finali.

Leggi anche:
Il goods-to-person nell’editoria: l’esempio di MDS e Savoye

 

Una fase di rodaggio per il WCS

Tra febbraio e marzo 2019 è stata avviata una serie di test sull’installazione e sugli strumenti software: il WCS incaricato di pilotare il sistema e il WMS LM XT di Savoye, entrambi interfacciati con l’ERP X3 della Ophtalmic Compagnie. 

Alla fine di marzo 2019, l’azienda ha lanciato l’installazione, garantendo al contempo la piena operatività di Ophtalmic Compagnie nei confronti dei clienti: consegna al mattino per il pomeriggio o il giorno successivo prima delle 17.00.  

L’entrata a regime del nuovo sistema prevede una potenza di fuoco pari a 400 contenitori l’ora preparati.

Nuove competenze e crescita

Ophtalmic Compagnie ha sviluppato in parallelo le proprie attività, creando un laboratorio per la finitura delle lenti.

Malgrado l’ingresso nella dinamica aziendale di una forte automazione, al contrario, per una quarantina di collaboratori coinvolti nella preparazione degli ordini è stata una vera e propria opportunità per acquisire nuove competenze o addirittura cambiare lavoro. 

Alcuni degli operatori sono infatti passati dalla preparazione degli ordini al ruolo di tecnici di manutenzione o alla produzione.

«L’installazione della soluzione X-PTS ha permesso di trasformare il lavoro, di portare cambiamenti sociali e di sviluppare nuove promettenti attività» , sottolinea Nathanel Slama. Peraltro Ophtalmic Compagnie studia numerosi sviluppi: l’installazione di una terza via X-PTS o ancora l’evoluzione dell’impacchettamento usando le macchine JIVARO. «Raggiungeremo presto il nostro obiettivo di crescita del 30%, quindi dovremo sviluppare il sistema in collaborazione con il nostro partner Savoye», conclude Nathanel Slama.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.