Nella panoramica dei porti europei, Barcellona (Spagna) riporta il segno positivo per le operazioni dello scorso settembre. Con 52 milioni di tonnellate manipolate all’interno della struttura portuale, registra infatti un +1,6% rispetto allo stesso mese del 2018.

Diversi i settori mercantili che hanno segnato una ripresa e che si pongono alla base del risultato complessivamente positivo per l’hub catalano.

Merci liquide, carburanti e rinfuse solide

Dietro alla crescita settembrina del porto di Barcellona vi sono, ad esempio, le materie che vengono trasportate allo stato liquido, che hanno fatto segnare un +9%, per un totale approssimato di 12,7 milioni di tonnellate in movimento.

Sebbene siano invece calate le merci trasportate allo stato solido, del 3,2%, Barcellona si è comunque mantenuta al di sopra dei 3 milioni di tonnellate, compensando ampiamente la perdita con i dati oltremodo favorevoli registrati dal trasporto di carburanti.

Questi ultimi, infatti, hanno incrementato il proprio passaggio nello scalo spagnolo del 146,5%, affiancati da un +7,2% registrato dalla manipolazione di gas naturale.

Crescono anche i container

Aumentano anche i container che transitano dalla piattaforma barcellonense, con un +0,6% che fa loro superare i 2 milioni e mezzo di TEU (l’unità di misura standard per i container ISO).

Motore dell’incremento sono stati i container provenienti da importazioni, saliti dell’1,3% per un totale di 452.038 TEU, mentre nel confronto con un anno fa perdono un 3,1% i container destinati all’esportazione, fermatisi a 538.555 TEU.

Principali mete di esportazione per le merci in partenza dal porto di Barcellona sono Cina, Algeria, Stati Uniti d’America, Emirati Arabi Uniti e Turchia, mentre le importazioni sono di marca cinese, turca, coreana del sud, indiana e statunitense.

Un record per il porto di Barcellona

Il terminal container APM Terminals di Barcellona ha, lo scorso settembre, battuto nuovamente il record di movimenti grazie alla nave Millau Bridge, dell’armatore The Alliance: con i suoi 5.394 movimenti ha contribuito al raggiungimento per il terminal di una produttività pari a 135,46 BMPH.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.