Ridurre le emissioni nei porti: una soluzione direttamente da Amburgo

Il porto di Amburgo fa un ulteriore passo per migliorare la qualità dell’aria, riducendo le emissioni di sostanze inquinanti.

Un’innovativa tecnologia, sviluppata proprio nella città di Amburgo permette di gestire le operazioni a bordo di grandi navi container con un generatore di energia mobile a base di gas naturale liquefatto, sostituendo l’inquinante diesel.

Nelle scorse settimane, un prototipo è stato testato più volte con successo, l’obiettivo è proprio quello di tenere quanto più possibile l’aria del porto pulita, a favore non solo dei cittadini di Amburgo ma anche di tutti i lavoratori che passano la maggior parte della loro vita nell’area portuale.

Sviluppata dalla Becker Marine System e dalla sua controllata Hybrid port Energy, questa nuova tecnologia chiamata ‘Becker LNG PowerPac’ è un sistema compatto, con dimensione pari a 2 container da 40 foot che comprende un serbatoio di gas naturale liquefatto che alimenta un generatore per la produzione pulita di energia.

Non appena la nave container attracca al porto, una gru a portale carica il generatore mobile da 1,5 megawatt sulla poppa della nave. Una volta posizionato, viene connesso con il sistema di alimentazione della nave, rifornendola dell’energia necessaria per portare a termine le operazione a bordo, per tutto il tempo in cui la nave rimane ferma al porto.

Grazie a questa innovazione, le emissioni nocive all’uomo ed all’ambiente, come l’anidride solforosa e il particolato che normalmente vengono generati con l’alimentazione a diesel, possono essere ridotte o del tutto evitate.

Dirk Lehmann, Managing Director alla Becker Marine System, commenta: “Possiamo con sicurezza affermare che questa fase pilota è stata completata con successo, ringraziamo tutti i nostri partner per il grandioso lavoro di squadra. Il Becker LNG PowerPac rappresenta una diretta soluzione al problema delle emissioni nocive nei porti e ha tutte le potenzialità per essere implementata a livello internazionale. Siamo già in contatto con numerosi porti Europei e Cinesi, e siamo fiduciosi nel successo che questo nuovo prodotto potrà avere sul mercato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.