L’Autorità del Sistema Portuale ligure ha deciso di avviare un percorso votato al rispetto dell’ambiente: infatti, su base volontaria, effettuerà una rendicontazione di sostenibilità.

L’obiettivo è rafforzare il proprio impegno rispetto ai temi dell’ambiente, della vivibilità e dello sviluppo economico, misurando gli effetti delle azioni intraprese e rendendo pubblici i risultati. 

L’attività intrapresa è in linea con i principi dell’Agenda 2030 ed i Sustainable Development Goals definiti fissati dall’ONU, con gli indirizzi dell’Unione Europea declinati nell’European Green Deal e con gli obiettivi fissati dal Governo e del Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili. 

Leggi anche:
Porti di Genova e Savona, ottima performance del traffico container

 

Il dialogo con gli stakeholder

Aspetto fondamentale del percorso di sostenibilità, per identificare le tematiche più significative e le aspettative rispetto all’azione dell’Autorità di Sistema secondo il principio di “materialità”, è il rafforzamento del dialogo con gli stakeholder, chiamati alla partecipazione verso l’obiettivo sfidante di rendere il sistema portuale di Genova e Savona sempre più competitivo e ben integrato sul territorio. 

Per questo, sarà avviata nei prossimi giorni un’indagine online rivolta ad un vasto campione rappresentativo delle diverse categorie di interlocutori (istituzioni, operatori, territorio). Le risultanze del sondaggio saranno, una volta raccolte, approfondite durante incontri diretti con i principali stakeholder, che si terranno dopo l’estate. 

 

Leggi anche:
Fedespedi Economic Outlook: porti e cargo aereo in ripresa

 

Un impegno coordinato a 360 gradi

In parallelo è iniziato da tempo e proseguirà nei mesi prossimi il lavoro interno ad AdSP, che vede tutte le Direzioni coinvolte nel percorso di analisi delle proprie attività, rispetto ai temi economici, sociali, ambientali e di governance.
Il percorso porterà alla pubblicazione del primo Bilancio di Sostenibilità dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale nel corso del 2022. 

L’obiettivo per gli anni successivi è allargare in maniera progressiva il perimetro della rendicontazione all’intero cluster, per costruire un sistema portuale sempre più consapevole che sviluppo del business e sostenibilità costituiscono un binomio ormai inscindibile per il futuro delle nostre comunità e del nostro pianeta. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.