Robot klippa per la riparazione automatizzata dei pallet

CHEP Italia, filiale italiana del leader mondiale nelle soluzioni di pooling di pallet e contenitori, annuncia di aver reso operativo il Robot Klippa per la riparazione automatizzata dei pallet presso il Centro Servizi di Massalengo, in provincia di Lodi.

CHEP spedisce, raccoglie, ripara e spedisce nuovamente oltre 300 milioni di pallet e contenitori tramite una rete mondiale di service center, aiutando i propri clienti operanti in diversi settori a consegnare puntualmente i prodotti a distributori e punti vendita.

Per garantire sempre la massima qualità, tutti i pallet di CHEP vengono accuratamente selezionati e forniti al cliente solo dopo essere stati sottoposti a rigidi controlli di qualità interni ed esterni. Prima di essere inviati ai clienti, tutti i pallet sono controllati in dettaglio da un Centro Servizi CHEP e, se necessario, rigenerati per assicurare sempre standard qualitativi elevati.

I Centri Servizi di CHEP in Italia sono attualmente 14, dislocati in diverse regioni geografiche. Di questi il centro di Massalengo, nato alla fine del 2005, rappresenta uno dei più importanti e gestisce tutta l’area lombarda con 1.175 distributori e 161 produttori. Il 75% della raccolta di pallet viene effettuata in un raggio di 80 km dal centro, mentre il 60% delle consegne alle aziende di produzione avviene sempre in un raggio di 80 km, con una gestione completa della movimentazione dei camion e il più alto volume di traffico in Italia.

Il Centro Servizi di Massalengo è oggi un ottimo esempio di automazione, efficienza e procedure efficaci grazie all’introduzione al proprio interno del Robot Klippa. Il Robot Klippa è una cella automatizzata che taglia gli elementi danneggiati del pallet attraverso un sistema idraulico: una volta identificato, il pezzo difettoso del pallet viene tagliato e poi lasciato cadere su un nastro e trasportato nel contenitore degli scarti. Immediatamente dopo, il pallet viene riparato manualmente con i pezzi di ricambio.

La tecnologia all’avanguardia e i controlli meccanici rigorosi del Robot Klippa permettono di  rimuovere  i  difetti dei pallet, dalle schegge alle rotture ad  altre irregolarità, fornendo quindi al cliente pallet sempre conformi alle specifiche tecniche.

“Per noi in CHEP la qualità è un obiettivo strategico importante per soddisfare i nostri clienti, siano essi dell’industria che della grande distribuzione”, dichiara Paola Floris – Country General Manager, CHEP Italia. “Qualità del servizio, ma anche qualità del prodotto, è ciò che cerchiamo di garantire con l’innovazione Klippa che contribuisce con l’ automatizzazione dei processi di riparazione, ad essere sempre proattivi verso  e esigenze dei nostri clienti” conclude Paola Floris.

“Per CHEP i tre pilastri operativi ‘qualità, innovazione e sicurezza’ vengono declinati tutti i giorni nel nostro lavoro insieme ai nostri fornitori”, continua Federica Ferrario – Senior Manager Plants Operations, CHEP Italia. “Qualità per assicurare il servizio ai nostri clienti e la buona condizione del pallet, attraverso i protocolli di quality standard e i processi di riparazione. Innovazione attraverso l’automatizzazione dei nostri centri di servizio, come il progetto Klippa. Sicurezza nei processi e negli impianti”.

Il Centro Servizi di Massalengo conta in media ogni giorno 20 camion in entrata e in uscita. Ogni anno presso il centro, dotato di una superficie del magazzino di 13.900 mq e di una superficie impianto di 1.700 mq, vengono ispezionati più di due milioni di pallet e riparati circa un milione di pallet.

Grazie al lavoro costante e continuativo del Centro Servizi di Massalengo, CHEP garantisce sempre la massima qualità e innovazione e ha aumentato in modo esponenziale la soddisfazione dei propri clienti: San Pellegrino, P&G e Lauretana sono un eccellente esempio.

“La qualità dell’attrezzatura è molto importante nel settore alimentare e quindi per noi è veramente un must. Non possiamo assolutamente prescindere dalla qualità sia del prodotto sia dell’attrezzatura che lo accompagna”, afferma Sara Facchinetti – Supply Chain Project Manager del Gruppo San Pellegrino. “Inoltre, il concetto di sostenibilità è insito nella definizione di pallet a noleggio, che è di per sé ovviamente sostenibile rispetto a quello che è il pallet a rendere. Con CHEP, da qualche anno abbiamo implementato dei progetti di sinergia logistica, che vanno a ridurre drasticamente il numero dei camion a vuoto che percorrono le nostre strade e che quindi mirano non solo a un’efficienza di costo, ma anche a una maggiore sostenibilità ambientale”.

“L’ottima qualità dei bancali di CHEP ci permette di ridurre i controlli all’ingresso e di evitare fermi sulle linee di confezionamento”, sottolinea Pasquale Spina, Pallet & CHEP JBP Project Mgr, CHEP Management & PSQ Network Leader di Procter & Gamble. “Attualmente stiamo lavorando insieme a CHEP per ridurre i costi logistici e ciò ha un impatto anche a livello ambientale, in quanto riusciamo a ridurre il trasporto dei bancali all’interno della supply chain utilizzando gli stessi trasportatori e ottimizzando allo stesso tempo i carichi”.

“CHEP ci aiuta a crescere soprattutto in efficienza perché ci permette di eliminare alcune problematiche e di sensibilizzare i nostri clienti, anche i più piccoli, verso l’adozione di tecnologia e di bancali che rendono la supply chain più molto più efficiente”, assicura Leandro Mondino – Responsabile Acquisti Lauretana.

“Grazie al robot Klippa siamo orgogliosi di poter offrire oggi ai nostri clienti un servizio qualitativamente più elevato con la massima innovazione tecnologica attualmente disponibile sul mercato e che ci distingue dai nostri principali concorrenti” conclude Paola Floris.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here