Trasportatori italiani a confronto con l’Europa

 L'incontro fra ANITA e gli Attaché trasporti europei
L’incontro fra ANITA e gli Attaché trasporti europei

Il primo incontro ufficiale fra un’associazione di trasportatori italiana con i delegati europei. Ha preso vita martedì 29 luglio, a Roma, dove Anita (Associazione nazionale imprese trasporti automobilistici) ha ospitato gli Attaché del settore Trasporti dei 28 paesi membri dell’Unione Europea. Un’occasione imperdibile per presentare proposte e perplessità, che il presidente dell’associazione Thomas Baumgartner non si è certo lasciato sfuggire. A partire dalle norme europee sul cabotaggio: “Siamo contrari ad ulteriori aperture al cabotaggio stradale fino a quando non sarà garantita uniformità di regole e di condizioni fra gli operatori dei diversi Stati”. Anzi, secondo ANITA, le operazioni effettuabili in regime di cabotaggio dovrebbero scendere da tre a una. Mentre, a proposito del “quarto pacchetto ferroviario” attualmente in discussione, il presidente ha sottolineato l’importanza di una maggiore e netta separazione tra la gestione dell’infrastruttura e la fornitura dei servizi: “Solo così si potrà assicurare un accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture”. Nel mirino dei trasportatori italiani anche le norme sul transito dell’arco alpino: “Si tratta di una barriera naturale il cui attraversamento è spesso condizionato da politiche tese a penalizzare la strada rispetto alla ferrovia e adottate da Paesi a noi confinanti. Se è vero che tali politiche sono motivate da esigenze di tutela ambientale, allora queste devono essere non discriminatorie e devono riguardare quindi non solo il trasporto in transito, ma anche i trasporti di destino e partenza”. Soddisfatto dell’incontro, Baumgarnter ha dichiarato: “E’ stata un’occasione unica e una grande opportunità, soprattutto durante il semestre europeo della presidenza italiana. Abbiamo, infine, dato spazio ad alcune realtà italiane tra le più dinamiche e rappresentative, a testimonianza dell’eccellenza e della qualità imprenditoriale delle imprese di ANITA: Arcese Spa, Pigliacelli Spa, Fratelli Di Martino Spa e Fercam Spa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here