Gli antifurti satellitari sono la soluzione ormai imprescindibile, si può dire scontata, per chi opera con flotte di automezzi e movimenta merci.

Il furto di veicoli, container o della merce in essi contenuta non è raro, soprattutto nelle fasi di trasporto su gomma e di smistamento.

Molte soluzioni antifurto professionali offrono oggi non soltanto una localizzazione del bene tramite GPS, ma anche il tracking in tempo reale della merce per facilitare il recupero.

Leggi anche:
Furti & assicurazioni

 

Viasat rende invisibile l’antifurto

Una delle caratteristiche che un antifurto deve possiede è di non farsi notare, in modo da non essere rimosso dai malintenzionati.

Nel caso, ad esempio, di Viasat, è disponibile una soluzione chiamata Blutrack 7.0: è piccolo come una saponetta, invisibile ai ladri, non ha cavi, né fili né antenne, non necessita di installazione ed è dotato di una batteria interna di lunghissima durata (fino a 3 anni di autonomia). È studiato per conoscere quotidianamente, tramite mappa web, la posizione di camion, furgoni, container, mezzi per l’agricoltura e le macchine operatrici per l’edilizia, oltre a essere un sistema efficace per la protezione e il tracciamento, in caso di furto. Infatti, su richiesta del Cliente, la Centrale Operativa Viasat 24/7 interviene per azionare la modalità di tracking continuo localizzando la posizione del bene e coordinando l’intervento delle Forze dell’Ordine per favorirne un tempestivo ritrovamento.

Leggi anche:
Furti spina nel fianco dell’autotrasporto UE: persi 8.200 milioni di euro all’anno
 

Le tecnologie usate: GSM, GPRS, GNSS

BluTrack 7.0 integra la tecnologia GSM/GPRS/GNSS e si adatta alle specifiche esigenze delle aziende che utilizzano semirimorchi e container nel trasporto combinato via terra (gomma e rotaia) e via mare. In questo modo è possibile verificarne periodicamente la posizione, sia quando restano parcheggiati nei porti per più giorni e sia quando sono in movimento. Inoltre, rappresenta una soluzione intelligente anche per monitorare mezzi e strumenti fermi in cantieri o aree agricole. Infine, una sicurezza in più: è Viasat a verificare il livello della batteria, avvertendoti quando è il momento di sostituire il dispositivo.

 

Leggi anche:
La Blockchain per garantire i prodotti: come cambia la tracciabilità

 

La crescita delle flotte in Europa

Come riporta Berg Insight nella 15° edizione del suo studio ‘Fleet Management in Europe’, si prevede che il numero di sistemi di gestione della flotta in uso, attivi in Europa, crescerà a un tasso medio annuo del 13,4%, passando da 10,6 milioni di unità di fine del 2019 a 19,9 milioni entro il 2023. Stiamo parlando di tracking in real time, geolocalizzazione, ottimizzazione del percorso, sicurezza delle merci: tutte soluzioni che consentono di migliorare l’efficienza operativa dell’azienda e di sviluppare il proprio business. In tal senso, Viasat Fleet (la Business Unit di Viasat dedicata al mercato della Logistica e dell’Autotrasporto) mette a disposizione dei propri Clienti il meglio della telematica da questo punto di vista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.