La logistica italiana ha senz’altro un ruolo importante da giocare nella sostenibilità ambientale: quali possono però essere le strade percorribili per ridurre l’impatto energetico del settore?

Molte aziende si affidano ormai a piani mirati a migliorarne la sostenibilità ambientale su base pluriennale, avendo compreso che iniziative slegate e spurie non portano a risultati concreti.

Alcuni degli interventi più gettonati, soprattutto nei confronti di quelle strutture che sono già esistenti e che hanno ancora una discreta prospettiva di vita innanzi a sé, parlano di relamping, ossia sostituzione dei dispositivi illuminanti di vecchia generazione con altrettanti di ultima, e di fotovoltaico, giunto ormai ad ottimo livello di maturazione.

Leggi anche:
Real Estate DATA HUB, immobiliare logistico da record nel 2020

 

Il piano di sostenibilità di Ceva Logistics

CEVA Logistics Italia – consapevole dell’importanza dell’efficienza energetica nei magazzini logistici dal punto di vista dell’impatto ambientale – ha recentemente realizzato una serie di azioni in questa direzione. Innanzitutto, l’azienda ha deciso di rivolgersi a uno dei leader del settore, Enerqos Energy Solutions – con cui collabora dal 2015 – per capire quali misure adottare per limitare i consumi energetici legati ai magazzini.

 

Leggi anche:
Sostenibilità, la svolta green della Supply Chain: il nuovo Dossier di Logistica

 

6 impianti logistici coinvolti

Un audit energetico è stato condotto presso 6 impianti (Martinengo, Pognano, Pontedera, Somaglia, Stradella Libro, Stradella Pharma), attraverso 105 contatori che hanno consentito il monitoraggio dei consumi delle principali utenze. Gli esiti dello studio hanno portato CEVA ed Enerqos a realizzare un relamping a LED nei tre impianti di Pognano, Martinengo (in questi due casi anche grazie alla collaborazione del proprietario degli impianti Kryalos SGR e il suo advisor Logicor Italia) e Somaglia (una superficie di circa 250.000 mq). Successivamente, grazie alla partnership tra CEVA Logistics, Enerqos e il proprietario dello stabilimento Prologis, è stato installato un impianto fotovoltaico presso lo stabilimento di Somaglia (Lodi), in grado di produrre fino a 1.350.000 kWh/anno.

Leggi anche:
Eco Skies Alliance United Airlines: sostenibilità nel mirino

 

Il confronto: risparmi del relamping vs fotovoltaico

In entrambi i casi si sono avuti dei risparmi: il relamping ha permesso un risparmio energetico annuo di circa 2.250.000 kWh e una quantità totale di CO2 non emessa pari a 1.200 tonnellate, mentre l’impianto fotovoltaico un risparmio di energia elettrica pari a 1.200.000 kWh/anno e circa 700 tonnellate di CO2.

Questi interventi vanno ad aggiungersi alle azioni che l’azienda sta portando avanti già da tempo: negli ultimi anni, infatti, CEVA Logistics e le proprietà di riferimento hanno messo a disposizione i propri stabilimenti di Pognano, Martinengo, San Pietro Mosezzo, Monselice e Stradella per l’installazione di impianti fotovoltaici a servizio della rete nazionale. Mentre, guardando al breve termine, nel sito di San Pietro Mosezzo, CEVA Logistics – grazie al supporto di Kryalos SGR e Logicor – condurrà un relamping che permetterà un sostanziale miglioramento dell’illuminamento e un risparmio di almeno il 30%. 

 

Leggi anche:
Sostenibilità e supply chain: sinergia potente

 

L’impegno del gruppo: Carbon Neutral entro il 2050

Come parte del Gruppo CMA CGM, leader mondiale nel trasporto marittimo e nella logistica, CEVA Logistics è fortemente impegnata nella protezione dell’ambiente. Nel suo insieme, il Gruppo sta investendo significativamente nella ricerca e nello sviluppo per favorire lo sviluppo di future fonti di energia e tecnologie per ridurre l’impatto del trasporto e della logistica sul pianeta. Il Gruppo CMA CGM mira a diventare carbon-neutral entro il 2050. CEVA Logistcs ha recentemente annunciato la sua partecipazione alla United Airlines Eco-Skies Alliance per promuovere l’uso di carburante sostenibile per l’aviazione nei voli passeggeri e di trasporto, e la società ha annunciato che la sua flotta di automobili nel Regno Unito sarà completamente elettrica entro il 2025.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.