Non è ancora chiaro che forma assumeranno e come proporranno l’enorme ventaglio di categorie merceologiche di cui Amazon dispone, ma è notizia certa che lo spauracchio della vendita in negozio, il ‘nemico numero uno’ del venditore in carne ed ossa si sta apprestando ad aprire i propri store fisici proprietari.

Si tratta di un salto carpiato nel mondo dell’offline? Di una invasione di campo e dell’attacco finale al mondo del retail fisico?

Le menti pensanti del settore – un esempio è Manhattan Associates, azienda tecnologica leader nei software per la gestione della supply chain e del commercio omnicanale – commentano la scelta di Amazon come la dimostrazione che tutti i retailer dovrebbero puntare sull’omnichannel.

photo credit: Robert Couse-Baker amazon food delivered via photopin (license)
Leggi anche:
eCommerce di prossimità, Amazon Fresh consegna la spesa in giornata

 

Amazon in negozio: eCommerce ‘fisico’

L’importanza dell’omincanalità, è questo il fulcro del ragionamento sul quale si baserebbe la strategia di Amazon, considerato da tutti come la bestia nera del negozio di quartiere.

Di fatto, dopo aver assunto una posizione nettamente predominante nel commercio digitale, l’azienda di Jeff Bezos punta ad instaurare anche un tramite diretto con la clientela locale, andando a competere proprio sul terreno che finora non le era stato proprio.

La metamorfosi silenti di Amazon

Leggi anche:
Amazon Fresh si espande in Italia: disponibile anche a Roma

 

Digital first, un approccio anche per il negozio

L’idea che potrebbe sparigliare le carte è l’importazione di un approccio ‘digital first’ nel retail fisico. C’è da aspettarsi una forte commistione di soluzioni – fisiche e tecnologiche – dai maestri della vendita digitale.

Il CEO di Manhattan Associates, Eddie Capel, ha commentato in una nota: «Fino ad ora, i retailer bricks and mortar affermati hanno avuto come principale difesa contro il leviatano dell’e-commerce, che è Amazon, la loro presenza nei negozi locali. Una volta che questo ‘fossato’ è stato violato, difendere il ‘fortino’ diventa molto più impegnativo. Cerchiamo di essere chiari, Amazon è molto bravo in quello che fa e portando un approccio digital first al retail bricks and mortar offrirà certamente nuove opzioni creative e tecnologiche al consumatore».

 

Leggi anche:
Grazie all’eCommerce: la logistica omnichannel aumenta i fatturati

 

Opportunità per i retailer tutti

«Per come la vediamo noi, – continua Capel – l’annuncio di oggi è un’opportunità per tutti i retailer di raddoppiare e andare ‘all in’ sull’omnichannel. La principale difesa che i rivenditori avevano sta per essere penetrata; per sopravvivere a questa prossima fase dell’evoluzione di Amazon i retailer dovrebbero preparare i propri sistemi e processi per un nuovo mercato che sarà dominato da quei marchi che sono in grado di offrire esperienze di acquisto personalizzate e senza soluzione di continuità simultaneamente attraverso i canali fisici e digitali».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.