Il professor Marco Macchi, del Politecnico di Milano, e Claudio Carnino, direttore commerciale e country speaker di Interroll Italia, insieme in un seminario sul tema del futuro della manutenzione. Nel tracciare un breve excursus storico sulla manutenzione predittiva, per motivare lo stato dell’arte e le tendenze prospettabili con il cambiamento paradigmatico della Quarta Rivoluzione Industriale, Marco Macchi, Professore Ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, ha sottolineato che “nel momento in cui un prodotto o un asset/bene durevole viene progettato, la manutenibilità dello stesso è un “investimento” a garanzia di un tempo di riparazione ridotto, grazie a diverse proprietà tra cui, di estremo interesse, l’abilità di diagnosticare le cause di problemi di qualità ed affidabilità.”

L’attività manutentiva riveste un’importanza sempre più crescente nell’ecosistema produttivo del terzo millennio, con una funzione ad alto potenziale per la generazione di valore dai dati prodotti dalle macchine e dagli impianti, divenendo così sempre di più una “pedina” importante per contribuire al business di un’azienda.

La Quarta Rivoluzione Industriale basa la sua prerogativa sulla comunicazione e sulle informazioni gestite. Dai dati che un elemento produttivo o un insieme, impianto o macchinario, produce dipende l’efficienza di un processo, la qualità di un prodotto, la redditività di un’impresa.

La DC Platform di Interroll rappresenta un importante passo verso il mondo Industry 4.0. “L’EC5000, componente principe della nostra DC Platform”, ha spiegato Claudio Carnino, direttore commerciale e country speaker di Interroll Italia,” sarà disponibile anche con interfaccia Bus basata sullo standard CANOpen. Ciò consente, per la prima volta, che moderni impianti di trasporto offrano grande e agevole accesso ai dati. Così, in connessione con il controller multiprotocollo di Interroll (PROFINET, EtherNet/IP e EtherCat) sarà possibile visualizzare una moltitudine di informazioni e funzionalità tramite il PLC o una piattaforma Web.”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.