Per mitigare gli effetti del Covid-19 sulla catena di fornitura, in particolare modo sui trasporti che garantiscono la distribuzione delle merci, dagli Stati Uniti arriva un esempio di logistica d’emergenza. L’idea è quella di monitorare l’impatto dei lock down in tempo reale, rendendo tutte le informazioni disponibili in un unico contenitore, che ovviamente è un sito internet.

L’iniziativa è dell’American Logistics Aid Network (ALAN), e la piattaforma lanciata si chiama ALAN Supply Chain Intelligence Center.

L’impatto dell’emergenza sulla logistica via cloud

Il Supply Chain Intelligence Center è stato strutturato per rispondere alle situazioni di emergenza estrema che negli States sono frequenti, ma, di solito, per ragioni climatiche, come inondazioni e uragani.

Adesso però quell’esperienza torna utile, convertendosi in una risorsa pratica per chi opera nella logistica attraverso gli Stati Uniti. L’Alan Supply Chain Intelligence Center è, di fatto, una panoramica in tempo reale, ‘cloud-based’, sugli effetti del Covid-19 nei diversi territori.

Il risultato è una mappa costantemente aggiornata da un team di volontari del settore ed include informazioni sullo stato della circolazione stradale e sulle differenti decisioni a livello nazionale e locale per la gestione dell’emergenza.

Una risposta in tempo reale

L’iniziativa, che è condotta da un consorzio industriale che riunisce esperti del settore logistico negli USA, è un esempio interessante, non solo come strategia di supporto per far sentire la propria vicinanza a chi lavora nel settore.

L’idea prende infatti le mosse da una preesistente piattaforma, chiamata Riskpulse, che viene già usata da molte società per valutare i fattori di rischio in una supply chain e denota l’abitudine a leggere in anticipo i dati a disposizione.

Il Supply Chain Intelligence Center può infatti funzionare per un evento eccezionale, come un tifone che metta k.o. le infrastrutture di una città, ma anche in casi ben meno ordinari come questo.

Soprattutto, è una risposta veloce e molto concreta per chi deve svolgere un servizio e ha di fronte a sé crucci cui dare risposta immediata: come porto il mio carico di mascherine dal punto A al punto C senza incappare in uno stop?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.