Le nuove tecnologie entrano a pieno titolo nel modo della supply chain, dentro e fuori dal magazzino, senza soluzione di continuità. La diffusione massiva di Internet of Things consente una logistica iperconnessa che promette, e a ragione, alti livelli di efficienza sotto ogni fronte.
Una manna, ora che la catena del valore è messa sotto pressione dalle nuove sfide del commercio globale e non solo. Nuovi dispositivi, nuove modalità, nuovi orizzonti: proprio di questo parleremo nelle prossime pagine del dossier, anche con il contributo di alcuni dei player che fanno della “sfida logistica” la loro battaglia quotidiana.

 

 Nel dossier di Logistica ‘Magazzini Efficienti: la forte spinta della digitalizzazione’ troverete un riassunto attuale dei nuovi dispositivi, delle nuove modalità e dei nuovi orizzonti che l’iperconnessione porta alla ribalta per la Supply Chain. 

 

 

Abstract dei contenuti

Sempre più DIGITALI
Cuore pulsante della movimentazione delle merci, i depositi si arricchiscono di sofisticate apparecchiature e dispositivi che, grazie alla diffusione massiccia dell’Internet of Things, trasmettono dati per una supply chain iperconnessa
Un tesoro di dati
Ampliando il concetto di supply chain e scambiando le informazioni con una connettività che attraversa centri di distribuzione e depositi, si possono ottenere evidenti vantaggi. Accade nel largo consumo come nel settore farmaceutico

 

Il futuro è qui
La ricerca ha reso disponibili tecnologie avanzate integrabili per sistemi di movimentazione delle merci privi di errori. La produttività crescerà a dismisura e tutto sarà più rapido

 

I depositi ora sono HIGH TECH
Forti investimenti in macchinari e software per soddisfare la crescente domanda di chi offre servizi logistici conto terzi. Così nella supply chain entrano nuove figure professionali. Ecco i profili emergenti secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano

 

Supply chain dematerializzate
Prolifera lo scambio dati tra industria, retailer e operatori logistici che migliorano così le prestazioni dei depositi. Apripista la fatturazione elettronica e i processi di gestione dell’ordine che innesca il processo di movimentazione

 

Più friendly con i robot
Molte ragioni spingono verso l’automazione, come il liberare l’uomo dalle operazioni ripetitive tipiche del picking che comporta sforzi sempre uguali. Ma è essenziale la gestione dati in tempo reale con database scalabili

 

Realtà, non fantascienza
Un robot quadrupede capace di trainare tonnellate e un esoscheletro che riduce il sovraccarico fisico dei lavoratori nel movimentare merci sono i due progetti già realizzati dall’Istituto Italiano di Tecnologia

 

La marcia in più dei sensori
Ermanno Rondi, AD Incas, prevede l’impiego più adatto per l’Intelligenza Artificiale nell’allocazione merci in aree di evasione ordini per massimizzare le prestazioni di picking. La Realtà virtuale? Per le attività manutentive on site

 

Più efficace la gestione se i processi vanno in rete
Secondo Jungheinrich interconnettere è la strada da seguire per ogni impresa. Solo così è possibile garantirsi con l’intralogistica maggiore redditività. Ma le due leve sono note a sufficienza? E quando conviene iniziare a usarle?

 

I processi migliorano tenendo sotto controllo le informazioni
Un progetto realizzato per un’industria da Replica Sistemi si è orientato verso Lean Material Management, introduzione del MES e sistema di WMS. I fronti del miglioramento? Tracciabilità, ottimizzazione dell’handling e analisi dello stock

 

Un salto di qualità con Advanced Applications
Dalla vendita di carrelli a soluzioni che integrano veicoli e software gestionali: STILL innova e crea progetti chiavi in mano che ottimizzando i cicli di lavoro incrementano la produttività riducendo al minimo gli sprechi e le attività che impattano sui costi

 

Performance al top se il software di magazzino “parla” con il gestionale
L’evoluzione dei magazzini verticali automatici raccontata da Loris Gasparini, amministratore delegato di Incaricotech. Presto, a fare la differenza in termini di risultati sarà l’integrazione tra diversi sistemi evoluti

 

Visibilità senza eguali con soluzioni robotizzate
Le innovative attrezzature di Yale® operano senza infrastrutture aggiuntive e senza il vincolo di percorsi fissi. Abbinate ai sistemi telematici offrono ampia visibilità dei processi complessivi e delle singole unità

 

L’intralogistica 4.0 di DFVper verniciature just-in-time
Leader nella verniciatura dell’alluminio a effetto legno, DFV prosegue verso l’automazione e la digitalizzazione dei processi con l’installazione di due magazzini verticali SILO2 di ICAM dotati di un innovativo sistema di Smart Vision

 

Dati rilevati e condivisi lungo tutta la filiera
I data logger TrackLog consentono di raccogliere informazioni ambientali da diversi depositi e di renderle disponibili a lunga distanza ai partner di una filiera collegandosi a un cloud. Sono una novità del Gruppo Sauermann

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.