Una buona notizia per l’aria che respiriamo: nel 2019 le emissioni di CO2 dovute al consumo di carburanti per autotrazione sono diminuite significativamente.

Ben 1 milione di tonnellate circa in meno rispetto al 2018, grazie soprattutto ad un mix differente nelle percentuali di benzina e gasolio utilizzati.

Dati incoraggianti, sebbene in Italia l’Osservatorio Congiunturale sui Trasporti abbia evidenziato come l’autotrasporto rivesta ancora la parte del leone e come il vero game changer, ossia l’intermodalità, stenti a decollare seriamente.

Diminuisce la CO2  grazie al gasolio

A fare la differenza è il tanto vituperato gasolio: è stato proprio dal suo mancato impiego nell’autotrasporto che deriva una riduzione della quantità di CO2 emessa nell’atmosfera (meno 975.624 tonnellate).

A ben guardare i dati elaborati dal Centro Ricerche Continental Autocarro sulla base dei dati diffusi dal Ministero dello Sviluppo Economico sui consumi di carburante, spicca però un dato: nel 2019 le emissioni derivate dall’uso di benzina sono aumentate di 12.768 tonnellate.

È un’informazione che deve far riflettere, in quanto rileva la situazione attuale nel parco automezzi italiano, ancora attaccato alla combustione fossile e non decisamente spinto verso un generale rinnovamento.

LEGGI ANCHE Trasporto merci, nel 2019 ancora una frenata, insufficiente l’intermodalità

In attesa dell’intermodalità

Nel settore del trasporto industriale e logistico, è di poche settimane fa l’analisi del Osservatorio Congiunturale sui Trasporti che spiega bene cosa manchi all’autotrazione italiana per diventare più sostenibile.

A trainare il settore dei trasporti pesanti è infatti ancora la gomma, dove si sta pian piano assistendo ad un ricambio generazionale dei veicoli a favore di modelli ad alimentazione alternativa.

Tuttavia il vero fattore discriminante sarebbe la crescita del trasporto intermodale, ossia di un maggior utilizzo delle strade ferrate per la movimentazione merci, che in Italia viaggia prevalentemente su camion.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.