Quando si dice che il mondo dell’immobiliare logistico si rivolge a nuove tecnologie per una maggiore eco-sostenibilità si fa riferimento ai parametri espressi dagli standard certificati attraverso il protocollo LEED.

Una delle ultime realizzazioni in Italia, il polo logistico di Casei Gerola, in provincia di Pavia, non solo ha ottenuto la certificazione LEED Platinum, ma lo ha fatto con il punteggio record di 90, il massimo riconosciuto.

Leggi anche:
Blackout logistici, le ripercussioni sull’immobiliare

 

Il Casei Gerola Logistics Parks

Il Casei Gerola Logistics Park innalza il benchmark di riferimento delle soluzioni immobiliari eco-compatibili, aumentandone la competizione in termini di qualità, innovazione e performance.

Il progetto è nato grazie alla collaborazione di S.F.R.E, Engineering 2k e CBRE, società coinvolte dal committente Invesco.

S.F.R.E, società di Project & Construction Management, specializzata in immobili di logistica e light-industrial, ha ricevuto l’incarico dal committente Invesco per gestire la Progettazione Integrata, Direzione Lavori e BIM Management. Engineering 2k ha svolto il ruolo di General Contractor, mentre CBRE di Project Monitoring.

Leggi anche:
Come le leggi nazionali sul clima possono influire sul settore immobiliare commerciale?

 

I principi della progettazione

La progettazione si è basata sul concetto di sviluppo sostenibile inteso come investimento responsabile; particolare attenzione è stata data alla regolazione locale del benessere degli ambienti, agli impianti idronici ad energia elettrica, alla rete duale ed al largo impiego di materiali riciclati; il fabbisogno di energia elettrica viene compensato sia dai pannelli fotovoltaici, sia dalla rete nazionale che deriva da fonti 100% rinnovabili.

Nel “Casei Gerola Logistics Park” sono state realizzate due unità con una SLP di 110.330 mq di spazi di Classe A. Un centro logistico flessibile e funzionale, con particolare attenzione agli ultimi dettami in materia di sostenibilità ambientale.

 

Leggi anche:
L’immobiliare logistico diventa ‘phygital’ con il Metaverso

Soluzioni innovative

Di forte impatto visivo le Green Wall dell’edificio, con arbusti e piante di medie dimensioni, nate da un concept di “compensazione”, ovvero la possibilità di neutralizzare le emissioni di CO2 generate dalle attività insediate, oltre a rendere la percezione visiva delle facciate più gradevole rispetto alla sola struttura geometrica. Queste straordinarie “quinte verdi” insieme alla mitigazione verde sono in grado di ridurre le emissioni di CO2 per una percentuale pari al 20% e sono l’immagine autentica di una logistica innovativa, che preserva anche le Biodiversità. Infatti piante, arbusti, cespugli, fiori ed erbe sono di aiuto all’insediamento delle specie, tali da mitigare l’impatto ecologico dell’intervento. 

 

La Certificazione LEED Platinum

Il prestigioso riconoscimento è importante per il settore della logistica in Italia e tutto il comparto, che, negli ultimi anni, si sono posti come principale obbiettivo quello di sostituire i vecchi magazzini con nuovi hub più sostenibili, integrati e in grado di dialogare con il territorio e con ridotto impatto ambientale.