La chiamano ‘nuova normalità’ ed la situazione che, di fatto, si va consolidando in questo periodo di convivenza con il Covid-19 dai contorni temporali sempre meno definiti. Proprio lo status quo portato dalla pandemia ha ridisegnato le abitudini di acquisto delle persone, in conseguenza di nuove routine di vita: alla logistica questo interessa molto, sia per il diretto coinvolgimento del retail che dell’eCommerce, sia per le ricadute sulla distribuzione e consegna delle merci.

Cambiano le abitudini e, con esse, i paradigmi del commercio, sempre più digitale, sempre più ‘a domicilio’ e decisamente focalizzato su beni diversi dallo storico pre-pandemia.

Prova ne sono i dati – come quelli raccolti dal portale di comparazione prezzi europeo idealo – che testimoniano una crescita vertiginosa delle ricerche online ed una nuova geografia dei consumi, come andiamo appunto a vedere.

 

Leggi anche:
Retail: nel 2021 sfida ad eCommerce, sostenibilità ed automazione

 

Interesse per gli acquisti online: +98,7% in Italia

Mentre il mondo letteralmente si fermava per trattenere il fiato, ossia durante il lockdown della scorsa primavera, ed anche durante i successivi mesi di riprese a singhiozzo delle consuete attività lavorative, l’eCommerce ha fatto balzi da gigante, imponendosi anche i Italia come risposta alle esigenze di molti.

Pur essendo il nostro un Paese non particolarmente avvezzo alla tecnologia, il confronto dei dati di ricerca su un portale come idealo tra 2019 e 2020 lascia senza parole: l’interesse per gli acquisti online è incrementato del 98,7%, il mercato dell’eCommerce è aumentato del 24%, con molti utenti al loro primo acquisto digitale.

Gli Italiani, insomma, sono diventati dei patiti dello shopping online. Già, ma che cosa comprano i nostri connazionali sul web?

 

Leggi anche:
Quick commerce: la terza generazione dell’ eCommerce

 

Nuove esigenze e maggiore offerta online

Due sono le evidenze a proposito delle intenzioni di acquisto online degli Italiani: il cambio di esigenze e l’allargamento dell’offerta.

Infatti, in pochi mesi sono comparsi molti shop online ad arricchire il panorama dell’eCommerce, merito, se così si può dire, della necessità di sopravvivere dei molti piccoli e medi esercizi commerciali costretti alla serrata dal lockdown.

L’avvicinarsi all’eCommerce da parte dei nostri connazionali, in molte Regioni caratterizzati anche da un’età non propriamente giovane, è giustificato dal bisogno di continuare ad acquistare dal negoziante di fiducia, nel frattempo migrato sul web per mantenere la propria clientela.

Allo stesso tempo è però innegabilmente mutato il mix di prodotti ricercati online: se prima l’eCommerce era utilizzato soprattutto per Abbigliamento ed Elettronica, che da soli facevano il 50% delle intenzioni di acquisto totali, il 2020 ha portato alla ribalta prodotti dei quali si aveva (e si ha) necessità contingente per via di restrizioni e di quella ‘nuova normalità’ che tiene a braccetto con sé il virus.

 

Leggi anche:
Digital Retail ed eCommerce in Italia: ricavi per circa 58,6 miliardi di euro nel…

 

I prodotti più cercati del 2020: casa e giardinaggio

Se l’iPhone 11, la Sony PlayStation 4 e gli AirPods2 non stupiscono come potenziali bestseller, il segnale di quanto detto prima è dato dalla presenza tra i primi 5 prodotti nelle intenzioni di acquisto dell’Amuchina Gel e dell’Alcool denaturato, chiari ‘figli’ delle nostre nuove routine.

La pandemia, con i lockdown, le restrizioni agli spostamenti e lo smartworking, ha portato indubbiamente gli Italiani a vivere più tempo tra le mura domestiche, riportando l’occhio a posarsi sul punto ci sta attorno.

Ecco allora comprensibile la grande crescita, del 190,5% addirittura, registrata dalle categorie Arredamento e Giardinaggio: Tende da Sole, Sedie da Giardino, Piscine da esterno e Barbecue sono saliti nelle ricerche di quanti, fortunati, hanno uno spazio esterno a disposizione, mentre Tappeti, Tende per interni, Letti, o Mini forni e Robot da cucina l’hanno fatta da padroni tra quanti si sono concentrati sugli interni. 

Motoseghe e Seghe circolari testimoniano invece quella fetta di attività edili fai-da-te intraprese da chi si è trovato costretto tra le mura di casa.

Leggi anche:
Logistica ultimo miglio: fattore critico di successo dell’eCommerce

 

Home fitness e cura della persona

Nell’ultimo anno l’interesse verso i prodotti per la Cura di sé è aumentata del +164,7% mentre quello per gli attrezzi e accessori per praticare il proprio sport preferito a casa è aumentato del +96,3%. 

I prodotti per l’home fitness più richiesti online sono stati i Tapis roulant e le Tute sportive mentre, per la cura di sé, le ricerche si sono concentrate soprattutto su Regolacapelli, Barba e Integratori alimentari. 

Tra i prodotti di queste categorie rientrano anche gli articoli legati alle misure anti-contagio e distanziamento come le mascherine chirurgiche, i guanti in lattice e i disinfettanti per le mani, i cui prezzi hanno subito le maggiori fluttuazioni nel corso dell’anno, con offerte e sconti che hanno permesso di risparmiare in media il -59,7%.  

 

Leggi anche:
Esplode l’eCommerce di ‘prossimità’: come cambiano retail e logistica, anche dopo il lockdown

Chi sale e chi scende nel 2020

Il boom dell’e-commerce nel 2020 ha interessato anche altre categorie come il Mangiare & Bere (+159,2%), i Prodotti per animali (+116,5%), i Prodotti per bambini e neonati (+91,5%), i Giocattoli e articoli per il Gaming (+88,7%), l’Abbigliamento e gli accessori (+72,7%). 

Da segnalare, in particolare, la crescita dell’interesse online verso i prodotti di Elettronica, aumentato del +96,7%. A farla da padrone quest’anno sono stati gli acquisti di strumenti per l’Home office e la Didattica a distanza ed in particolare le Webcam, le Stampanti multifunzione e le Cartucce, i Monitor e i Notebook, strumenti di cui moltissimi italiani si sono dovuti dotare per poter continuare a lavorare e a studiare nei periodi di lockdown.

Altre categorie, invece, hanno subito pesanti perdite nel 2020. A soffrire maggiormente sono stati i prodotti legati ai viaggi e allo sport in esterna come i seggiolini per bambini (-37,6%), le Valigie (-35,1%), le Catene da neve (-38,0%) e le Scarpe da sport (-40,2%).

 

Leggi anche:
eCommerce chiave della logistica nella Fase 2: strumenti e soluzioni

Chi è l’online shopper nel 2020?

I più attivi online nel 2020 sono stati gli uomini (60,6% contro il 39,4% delle donne), tra i 25 e 34 anni (25,0%) e residenti nel Lazio (se consideriamo l’interesse online ogni 100mila abitanti). 

Le regioni con la maggiore crescita di interesse rispetto al 2019 sono state quelle del Centro-Sud.

Hanno effettuato ricerche prevalentemente da mobile (67,5%), utilizzando un dispositivo Android (78,0%), la domenica e nella fascia oraria tra le 21h e le 23h. 

Leggi anche:
Cresce l’eCommerce: nuove assunzioni e trasformazioni

Le sorprese di Natale e di San Silvestro

I tre prodotti maggiormente cliccati il 25 Dicembre sono stati Apple iPhone 11 (smartphone), Sony PlayStation 5 (console di gioco) ed Apple iPhone 12 (smartphone); viceversa, il 31 gli utenti hanno maggiormente cercato Moët & Chandon Brut Impérial (champagne), Didiesse Frog Revolution (macchina da caffè a cialde) ed Apple iPhone 12 (smartphone). 

Interessante notare poi come nella settimana tra il 25 e il 31 Dicembre le intenzioni di acquisto relative ai sex toys siano aumentate del +21,7% rispetto alla media giornaliera del 2020. 

Nella stessa settimana, l’interesse online verso spumante, prosecco e champagne ha registrato un vero e proprio boom rispetto agli altri giorni del 2020 con un +626,6% di intenzioni di acquisto sul portale italiano di idealo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.