Fino a mille letti ospedalieri a settimana, oltre a dispositivi medici ed ai normali approvvigionamenti per le sale operatorie: è questo il ritmo imposto dall’emergenza Covid-19 ad Hillrom, azienda specializzata in questo genere di forniture.

Gestire il ritmo, reso frenetico dalla situazione eccezionale, sta richiedendo tutto lo sforzo possibile da parte di Gefco, a sua volta noto attore logistico internazionale, che deve garantire il funzionamento di una supply chain dalla quale dipendono le sorti di ospedali e cliniche in mezzo continente.

La soluzione scelta è una ‘control tower’, che dalla località francese di Rennes coordina tutte le consegne europee.

Una catena tutta bretone

Quella che vede protagonisti Hillrom e Gefco è una storia che parla francese dall’inizio alla fine. Hillrom produce infatti letti, materassi ad aria ed accessori medici a Pluvigner, in Bretagna, mentre Gefco ha il suo centro di coordinamento a Rennes, che della medesima regione è capoluogo.

La collaborazione tra le due aziende è di vecchia data, ma il Coronavirus la sta senz’altro mettendo alla prova, richiedendo estrema efficienza ad entrambe in un momento nel quale le limitazioni imposte alle persone rendono tutto più complicato.

Questa vicinanza geografica può essere un elemento di forza, fatto sta che dal nord della Francia partono mille letti ospedalieri a settimana verso le cliniche di Italia, Germania, Svizzera, Spagna, Regno Unito e, naturalmente, Francia stessa. 

Il Coronavirus mette alla prova le partnership

Lo spirito che sta facendo funzionare la catena logistica in questo momento di stress è racchiusa in un motto, scelto dalla stessa Gefco, che recita “Partners, unlimited”.

Questo significa che la collaborazione aziendale è vissuta un po’ come un matrimonio, nel quale ci si deve aiutare a maggior ragione nei momenti bui.

Gefco normalmente approvvigiona lo stabilimento Hillrom di Pluvigner con le materie prime che arrivano da Francia e altri paesi europei, distribuendo inoltre dispositivi medici dimostrativi dallo stabilimento agli ospedali e alle case di riposo.

Sempre in Europa, GEFCO ha recentemente utilizzato aerei charter per trasportare 64 tonnellate di forniture mediche dalla Cina alla Slovacchia e alla Repubblica Ceca, per un altro cliente del settore medicale: PENTA. 

A dimostrazione di questo spirito, recentemente abbiamo citato anche la soluzione di raccolta ‘door-to-door’ adottata per stemperare al massimo i ritardi nella supply chain del settore automotive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.