Non tutte le spedizioni sono uguali e non tutte comportano gli stessi costi: colli di piccola entità rappresentano di per sé un minor costo, ma, come nel caso di chi riceve ordini dall’eCommerce, quando il loro volume aumenta possono superare anche spedizioni in partenza più voluminose ma aggregate.

Come evitare dunque di vedersi presentare conti salati da parte degli spedizionieri? Le soluzioni robotiche per il magazzino possono venire in soccorso.

Leggi anche:
Costo spedizioni, come mitigare gli aumenti

Sfruttare il ‘salto di zona’

Una scontistica spesso applicata dai corrieri riguarda la concentrazione di molte spedizioni verso la medesima regione: tanti pacchi sfusi, spediti singolarmente, fanno ricadere sulle spalle del vettore che li trasporterà a destinazione l’onerosa operazione di smistamento.

Senza contare che consegnare pacchi ad uno spedizioniere senza un criterio comporta un passaggio di mano anche di un discreto livello di entropia, che si ripercuoterà in perdite di efficienza – in pratica, in molte spedizioni frammentate ed in chilometri e chilometri di viaggi in più.

Ma – c’è sempre un ‘ma’ – i corrieri premiano chi mette loro in mano grosse quantità di pacchi già riunite in base alla destinazione: questo permette di effettuare il cosiddetto ‘salto di zona’, ossia l’invio diretto attraverso la rete di smistamento, senza doverne verificare e riorganizzare tutte le destinazioni.

Leggi anche:
Sportello Unico doganale, spedizionieri e trasportatori in attesa

 

 

Preparazioni robotizzate

La gestione in tempo reale degli ordini e del loro invio già raggruppati invece che sfusi è possibile, con i volumi tipici dell’eCommerce, soltanto affidandosi a soluzioni robotizzate.

Grazie all’automazione robotica – che va dal picking alla composizione dell’ordine, allo smistamento – è infatti possibile ritoccare al meglio alcuni dei passaggi salienti del flusso di lavoro.

 

Leggi anche:
Brexit is on: nuove regole, documenti e iva per eCommerce e spedizioni

 

Vantaggi dell’automazione

Ridurre i tempi di elaborazione significa diminuire i passaggi: in parole povere, la merce compie meno spostamenti su e giù dai camion, riducendo anche la possibilità di essere danneggiata.

Si riduce la manodopera necessaria, in quanto l’aggregazione dei pacchi per destinazione fa sì che possano essere a loro volta imbustati ed etichettati meno volte, e si diminuiscono i tempi di consegna tagliando le fasi di elaborazione per lo smistamento da parte dei corrieri.